[cc-it] Licenza CC su archivio storico La Stampa

Simone Aliprandi simone.aliprandi a gmail.com
Sab 1 Feb 2014 12:31:30 EST


> ci furono parecchie ore del tempo
> di numerose persone (me incluso) che anni fa fecero
> il possibile (come al solito pro bono)
> perchè quello straordinario archivio fosse
> il più aperto possibile.

Premesso che credo di avere una certa esperienza nel settore delle
collaborazioni pro-bono...
questa osservazione mi offre l'occasione di fare un'altra delle mie
considerazioni pedanti e non meditate.
Devo infatti ammettere che a me la giustificazione della
"collaborazione pro bono" lascia abbastanza tiepido.
Mi chiedo: i grandi editori possono davvero trincerarsi dietro tale
giustificazione quando hanno fatturati a sei zeri e uffici legali
interni?
Da parte mia, certe aziende possono anche spendere qualche euro per
farsela fare una consulenza legale vera e propria; di quelle in cui
l'avvocato firma il parere (assumendosi così la connessa
responsabilità professionale). In modo che poi non si possa usare la
giustificazione del "meglio di così non siamo riusciti a fare, abbi
pazienza; in fondo si trattava di una collaborazione pro bono".
Altrimenti troppo comodo.
Un cordiale saluto.

-- 
Simone Aliprandi - http://www.aliprandi.org


Maggiori informazioni sulla lista cc-it