[cc-it] il mito dell’alternativa SIAE/Creative Commons

Simone Aliprandi simone.aliprandi a gmail.com
Mer 4 Dic 2013 04:07:47 EST


Beh... una qualunque omologa di SIAE attiva in un paese estero,
possibilmente tra quelli dell'UE.: trovi un elenco qui
http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_copyright_collection_societies .
La scelta dipende dalle singole esigenze (e banalmanete anche da
fattori linguistici (se ti iscrivi a quella tedesca avrai buona parte
della documentazione in tedesco). Molti musicisti si trovano bene in
Germania, altri in Francia... altri si appoggiano su societÓ che, pur
essendo formalmente basate all'estero, agiscono tramite il web e
quindi sono di fatto "presenti" anche in Italia (vedi esempio di
Soundreef).
Ad ogni modo, ho realizzato una versione estesa dell'articolo in cui
davvero Ŕ spiegato tutto nel dettaglio. Pi¨ di quello che c'Ŕ scritto
l' non saprei davvero cosa scrivere. La trovate sul mio blog
(http://aliprandi.blogspot.com/2013/12/alternativa-siae-cc.html ) e vi
invito a diffonderla senza ritegno (ad esempio linkandola nello spazio
commenti dei molti -troppi- articoli che in rete parlano di questa
famigerata alternativa).
Grazie. Un saluto a tutti.
Simone

Il 04 dicembre 2013 02:14, Marco Giustini <info at marcogiustini.info> ha scritto:
> Nell'articolo su Apogeonline scrivi: "Unica alternativa possibile [alla
> SIAE] Ŕ servirsi di una societÓ di gestione collettiva estera".
>
> Puoi fare un esempio?
>
>
> Il giorno 03 dicembre 2013 13:16, Simone Aliprandi
> <simone.aliprandi at gmail.com> ha scritto:
>
>> Ho scritto un post su Apogeonline
>
>



-- 
Simone Aliprandi - http://www.aliprandi.org


Maggiori informazioni sulla lista cc-it