[cc-it] altro sito delirante

Simone Aliprandi simone.aliprandi a gmail.com
Lun 2 Dic 2013 11:24:55 EST


PS: qui ce l'hanno pure con il Movimento Costozero. Prima ne parlano
come "unica alternativa alla SIAE in Italia"... poi lo criticano
perchè non fa quello che loro pensano che dovrebbe fare. Non c'è
limite alle bizzarrie della psiche umana. E' come se uno entrasse dal
fruttivendolo e si inalberasse perchè gli vendono una scatola di
bulloni. La ferramenta è dall'altra parte della strada, ma loro non
vogliono sentire ragioni e insultano il fruttivendolo.
E' proprio vero che in Internet c'è spazio per tutti. Però questi si
pongono anche come "esperti" di comunicazione e marketing delle
produzioni musicali; e offrono servizi di consulenza e formazione.
Bisognerebbe dirgli qualcosa.


Il 02 dicembre 2013 17:02, Simone Aliprandi
<simone.aliprandi at gmail.com> ha scritto:
> Non se ne può più!
>
> "Se hai semplicemente bisogno di proteggere la paternità delle tue
> opere, ti consiglio di optare per la Creative Commons, se hai
> l’esigenza di gestire anche il lato patrimoniale, ti suggerisco di
> dare un occhio alla Copy Zero. T’invito a visionare i video che
> seguono, personalmente gli ho trovati parecchio illuminanti. "
>
> Tratto da http://ijamix.com/siae-gli-interrogativi-ricorrenti.html
>
> Un caro saluto.
>
> --
> Simone Aliprandi - http://www.aliprandi.org



-- 
Simone Aliprandi - http://www.aliprandi.org


Maggiori informazioni sulla lista cc-it