[cc-it] contratto o non contratto?

Simone Aliprandi simone.aliprandi a gmail.com
Gio 3 Feb 2011 18:53:25 EST


Allora... premesso che appunto io mi riferivo ad una licenza (la ODbL)
che si autoprofessa contratto (e mi chiedevo quindi il perchè di
questa scelta), io non sono così sicuro che le CC siano contratti. Se
lo fossero sarebbe più facile studiarle e spiegarle... ma ahimè non lo
sono.
O almeno... non lo sono sempre. E' proprio quello il problema.
Rimando alla lettura dell'utilissimo (quanto complesso) articolo di
Carlo Piana "Licenze pubbliche di software e contratto":
www.piana.eu/repository/720_727.pdf
Tornando però al discorso iniziale... qualora una licenza si
autoprofessi un contratto, quali sono le conseguenze?
Un caro saluto, Simone

> Ho sempre ritenuto le licenze CC un contratto con il quale l'autore concede
> una parte dei propri diritti all'opera all'utilizzatore finale. IMHO non si
> può parlare di mera autorizzazione poiché l'utilizzatore finale si assume
> degli obblighi nei confronti dell'autore dell'opera, che possono variare in
> funzione del tipo di licenza (ad esempio nel caso della clausola SA
> l'obbligo di rilasciare un'eventuale opera derivata con la medesima
> licenza). Tali obblighi (si veda il mio esempio di cui sopra) non sono
> sempre un mero "non facere" (come nel caso della clausola NC) ma possono, ad
> esempio, esteriorizzarsi in un obbligo di fare.
>
> Luca




-- 
Simone Aliprandi - http://www.aliprandi.org
[in San Francisco till 30/03/2011]



Maggiori informazioni sulla lista cc-it