[cc-it] Traduzioni e pubblico dominio.

Simone Aliprandi simone.aliprandi a gmail.com
Gio 23 Set 2010 13:25:20 EDT


Non solo si può fare, ma credo che sia la cosa più intelligente da
fare se si vuole mantenere anche la traduzione in pubblico dominio (mi
riferisco a CC0).
Infatti il traduttore possiede per legge suoi autonomi diritti sulla
traduzione, quindi la traduzione di un'opera inpubblico dominio non è
inpubblico dominio... a meno che - appunto - il traduttore la rilasci
espressamente in pubblico dominio.
Un caro saluto.
-- 
Simone Aliprandi - http://www.aliprandi.org

> Ho un sito internet che si occupa di diffondere testi di scrittori emergenti e opere di pubblico dominio tramite lo scaricamento in PDF. In caso traducessi opere di scrittori deceduti da oltre 70 anni, quindi opere di pubblico dominio, dall'inglese all'italiano, potrei applicarvi il CC0 o altre licenze CC (non essendo io l'autore, ma solo il traduttore/curatore)?
>



Maggiori informazioni sulla lista cc-it