[cc-it] licenza "Non commerciale"

Simone Aliprandi simone.aliprandi a gmail.com
Ven 15 Ott 2010 11:29:46 EDT


> Il contrasto è solo apparente, perché è possibilissimo per un autore
> rilasciare una stessa opera con più licenze. In questo caso c'è da un lato
> la licenza Creative Commons, che permette a chiunque di riprodurre, ecc.
> l'opera ad alcune condizioni, fra cui "non commerciale". La pubblicazione
> della tua opera all'interno di un libro (commerciale) esula da tale licenza.
> Con la casa editrice però tu stipuli un'altra licenza, nella quale devono
> essere definiti gli usi che ne potranno fare. Quindi si tratta secondo me di
> scrivere con attenzione questo contratto (tenendo conto che comunque
> potranno farne gli usi autorizzati dalla licenza CC).

Più che un caso di dual licensing, in questo caso si tratta banalmente
del solito equivoco per cui il detentore dei diritti poi rimane in
qualche modo limitato dalla scelta della licenza stessa.
Il detentore dei diritti è sempre signore incontrastato della gestione
degli stessi sulla sua opera, fino al punto che (benchè sia un'ipotesi
un po' complicata) può anche decidere di revocare la licenza e dire
"stavo scherzando".
Dobbiamo sempre pensare alla licenza idealmente come a un cartello che
uno appende fuori dal cortile di casa; in questo cartello IL PADRONE
DEL CORTILE spiega che chiunque può passare per i prati, farci i
picnic, metterci la tenda per la notte, ma non cogliere i fiori.
Secondo voi il padrone del cortile potrà o non potrà cogliere i fiori???
Ecco qua la risposta... ancora più semplice e meno giuridichese del previsto.
C'è anche un apposito paragarafo del mio libro
http://www.aliprandi.org/manuale-cc , nel caso voleste approfondire.
Un cordiale saluto.
Simone
-- 
Simone Aliprandi - http://www.aliprandi.org



Maggiori informazioni sulla lista cc-it