[cc-it] jamendo

Nicola A. Grossi k2 a larivoluzione.it
Mar 18 Maggio 2010 06:15:23 EDT



senpai ha scritto:
> Il discorso sostanziale Ŕ che un certificato "giÓ emesso" pu˛ essere
> comodo per le rotture di scatole che la SIAE potrebbe portare avanti,
> e quindi costituisce una dichiarazione "prestampata" della band che
> sotto la propria responsabilitÓ dichiara che quel brano Ŕ rilasciato
> con quella licenza.
Pu˛ essere "comodo" solo se Ŕ sottoscritto (con firma olografa, se si
tratta di documento cartaceo; con firma elettronica, se si tratta di
documento informatico).

> Sostanzialmente, infatti, il solo fatto di trovarsi in rete con una
> certa licenza non Ŕ di per se qualcosa di idoneo a costituire "prova
> piena" in un'eventuale controversia giuridica.
> Sostanzialmente il nostro "Hey ma in rete il brano Ŕ rilasciato con la
> licenza Cc-By-Sa guarda qui [link]" troverebbe l'opposizione dei
> legali SIAE (o in generale di altri enti) che potrebbero
> tranquillamente sostenere come il brano in questione sia stato
> caricato da soggetto sconosciuto o che, comunque, non ha certificato
> la propria identitÓ e che quindi l'attribuzione della licenza potrebbe
> non essere valida.
Siae non deve provare nulla. La forma scritta Ŕ richiesta ad
probationem, quindi sta al licenziatario produrre una scrittura privata
sottoscritta.
>
> Spero di essermi spiegato. 
Anche se non ti fossi spiegato, negli anni abbiamo dedicato interi
thread all'argomento, per cui chi ci segue saprÓ orientarsi (si spera).

bye
nag




Maggiori informazioni sulla lista cc-it