[cc-it] opere derivate e fair use

Nicola A. Grossi nag a area01.org
Mer 10 Set 2008 09:05:51 EDT


Bel tema: può esserle intanto utile leggere queste faq:
http://www.creativecommons.it/node/607

Veda in particolare la risposta alla domanda "Sulla base di qualifonti 
normative può essere utilizzata un'opera rilasciata con licenza creative 
commons?".

Ci sono anche molti riferimenti normativi e giurisprudenziali: per cui 
avrà modo di approfondire un argomento troppo vasto per essere trattato
esaurientemente in un post su una mailing list.

bye
nag

v_notaro a email.it ha scritto:

>Buongiorno,
>anzitutto la ringrazio per aver risposto alle mie domande.
>Sono riuscito ad accedere agli archivi (forse si bloccava il mio pc...) e
>sto cominciando a leggere un po' di materiale.
>
>Mi scusi per essermi espresso male riguardo al problema delle "opere
>derivate", provo a spiegarmi meglio:
>un artista che lavora sui media, sulla comunicazione, operando
>concettualmente su materiale esistente (pubblicità, foto prese da riviste o
>dal web, altre opere d'arte, ecc.) modificandone i significati e i
>riferimenti, (un esempio potrebbe essere Illegal Art), rischia controversie?
>Insomma che tipo di libertà ci si può prendere? Il "fair use" in che misura
>funziona in italia?
>L'artista sta esprimendo un'idea e può farlo solo ed esclusivamente
>attraverso questo tipo di operazione, a tal punto la Legge come si comporta?
>
>Più in generale mi piacerebbe capirci un po' di più sull' "uso legittimo" di
>materiale coperto da copyright, perché esistono ambiti in cui è giocoforza
>utilizzare materiale coperto da copyright sia per motivi creativi (opere
>d'arte derivate) e sia per scopi scientifici (pubblicazioni di estetica,
>critica d'arte, ecc.).
>Onestamente, non mi sembra normale essere costretti a chiedere (e magari a
>pagare) il permesso all'autore se si sta facendo un lavoro di informazione o
>di analisi su di lui, così come non mi sembra normale che un artista non
>abbia libertà di esprimere un'idea (critica, irrisoria o contrastante) su
>immagini coperte da copyright (marchi aziendali, pubblicità o anche altre
>opere d'arte).
>Se io volessi dire che Dior con le sue pubblicità ha contribuito all'aumento
>dell'anoressia, per quale motivo non potrei farlo?
>In definitiva, per la Legge (soprattutto in Italia), è più forte il
>copyright o la libertà di espressione/informazione?
>
>Spero di essermi espreso un pochino meglio.
>Grazie per la cortese attenzione,
>vincenzo 
> --
> Email.it, the professional e-mail, gratis per te: http://www.email.it/f
> 
> Sponsor:
> E' iniziata l'era del fax ecologico: si chiama EmailFax. Meno consumi di
>carta e toner più risparmio di energia e hai invio e ricezione senza limiti.
>Clicca per saperne di più
> Clicca qui: http://adv.email.it/cgi-bin/foclick.cgi?mid=8145&d=20080910
>
>
>_______________________________________________
>cc-it mailing list
>cc-it a lists.ibiblio.org
>http://lists.ibiblio.org/mailman/listinfo/cc-it
>
>
>  
>




Maggiori informazioni sulla lista cc-it