[Cc-it] [Community] Un'idea per ottenere la forma scritta e non solo

Nicola A. Grossi k2 a larivoluzione.it
Sab 6 Gen 2007 07:23:52 EST


heba ry ha scritto:

>>    
>>
>
>ehm...c'è un piccolo problema a livello tecnico informatico. Il discorso che 
>lei fa è giustissimo a livello legislativo, però nel momento in cui un testo 
>(in questo caso opera + licenza) viene crittato è immodificabile, volenti o 
>nolenti, in tutte le sue parti.
>
>
>  
>
Sì, qual'è il problema?


>Se adottiamo la crittazione per le nostre opere + licenze avremmo due 
>scelte, farle leggere a chi vogliamo noi o regalare la nostra chiave 
>pubblica a chiunque con conseguenze non belle sulla sicurezza personale e 
>della nostra stessa opera, visto che chiunque potrebbe copiarla e spacciare 
>liberamente qualunque cosa per chi l'ha creata; nello stesso tempo, 
>risulterebbe non modificabile, quindi va bene per le opere non modificabili, 
>ma per quelle modificabili?
>  
>

Non ti seguo (ti do del tu perché abitualmente ci diamo del tu).
Facciamo un esempoio, ok? Poi mi dici cosa non ti convince.

______________________________________________________________________

-----BEGIN PGP SIGNED MESSAGE-----
Hash: SHA1

Autore: Mario Rossi
Titolo dell'opera: Viva l'italia
Licenza: cc-by-sa 2.5 (uri / testo della licenza)
hash dell'opera: 4hg8574hg017s54860fj5738fnskrut712lg07jc

-----BEGIN PGP SIGNATURE-----
Version: GnuPG v1.4.0 (GNU/Linux)

iD8DBQFFn4/6hCeFBKMm/5gRApJLAJ9/XH9yHeDt98Bk2IwE2+Rbn4zKqACfY3i6
HBcofMweOJSza0tjI9iFIkg=
=jQlf
-----END PGP SIGNATURE-----
______________________________________________________________________

1. A parte il fatto che se si chiama "chiave pubblica" evidentemente non 
deve essere "segreta"
(e quindi non capisco a cosa servono i key server, che appunto sono 
pubblici e immensi),
ma, come vedi, non devo regalare la mia chiave pubblica per fare leggere 
il contenuto qui sopra.

2. Non capisco come altri possano spacciarsi per me.

3. Il fatto che il file che contiene una licenza non sia falsificabile 
non significa che
la licenza non sia una licenza come quella indicata nell'esempio. Una 
share-alike.
Cosa impedisce a me licenziatario di modificare l'opera corrispondente
all'hash 4hg8574hg017s54860fj5738fnskrut712lg07jc? Direi proprio nulla.

Al tempo stesso quel documento associa in modo certo autore, opera e 
licenza.
E quel che più conta, trattasi di forma scritta.



>Inoltre, come è possibile crittare i siti interamente licenziati con CC, 
>cioè quelli tipo il mio blog che contiene non solo e-book e tutorial da 
>scaricare, ma anche articoli singoli, leggibili da web?
>  
>
Se parliamo di contenuti molteplici, puoi calcolare l'hash del file archivio
nel quale inserirai tutti i contenuti.

Se parliamo di contenuti in divenire... beh... è ovvio che non puoi 
firmare una cosa che non esiste ancora!



>In questi casi sarebbe un po' ostico riuscire a crittare il sito, dovremmo 
>contattare la security del nostro host per chiederne l'approvazione e non so 
>in quanti acconsentirebbero a tale pratica.
>
>buon week end a tutti.
>  
>
Scusa ma tu non hai, che so, un accesso ftp al tuo server?
Non hai una copia in locale dei contenuti?
Li metti in un file archivio e li firmi. Punto.

Saluti,
n.a.g.






Maggiori informazioni sulla lista cc-it