[Cc-it] Problema su Wikimedia Commons

marcello900 marini marcello900 a gmail.com
Ven 22 Dic 2006 18:17:33 EST


Si possono fare tante ipotesi per cercare di vedere con positività la cosa.
Per esempio, si potrebbe dire che la licenza o vale come licenza creative
commons corretta oppure non vale perché riporta il nome di creative commons
ma illegittimamente perché è diversa da una licenza creative commons.
Si potrebbe anche dire che la licenza indica comunque nel titolo la clausola
"Condividi allo stesso modo" e che dunque è evidente che c'è un errore.
Si potrebbero dire tante cose, ma tutte queste cose (più o meno validamente
argomentate) vengono dette per cercare di arginare un problema che, come lei
ha ben detto, tuttavia resta e che un giudice potrebbe interpetare in modo
doverso da quello che noi col nostro buon senso ci aspetteremmo.

Quello che a noi interessa è semplicemente cercare di fare qualcosa per
evitare che gli utenti si trovino di fronte a un "non ti preoccupare perché
vedrai che un giudice ti darà ragione".

Ma chi ci va davanti a un giudice? Ma chi ha voglia di spendere soldi per
fare una causa per una foto presa da wikimedia commons, senza oltretutto
nemmeno essere sicuri di ottenere ragione?

Non voglio fare polemica, ma se devo essere sincero, quando ho saputo della
"svista" non ci credevo, mi sembrava una "svista" troppo grossa e troppo
importante (perché ovviamente riguarda migliaia di persone tra blog, siti
ecc....)
Poi ho controllato e ho visto che era vero. Personalmente ho licenziato
molte immagini con cc-by-sa 2.0 ITALIA e non vi nego che lì per lì ho
mandato a quel paese creative commons. Per carità, si può sbagliare tutti,
ma non fa piacere sapere di avere usato tutte le accortezze per inserire
correttamente il codice macchina ecc.... per licenziare per bene la propria
opera e poi sapere che il codice legale è sbagliato.

Un'ultima cosa: volevamo puntare alla licenza cc-by-sa 2.0 corretta ma non
sappiamo dove trovarla. Sul vostro sito non c'è più e anche questa cosa, non
vi nego, mi lascia un po' perplesso.  E' probabile che ci siano siti che
puntano alla licenza 2.0 su creativecommons.it e che adesso si ritrovano
davanti a un error 404 o roba simile.

Marcello



Il 22/12/06, Andrea Glorioso <andrea a digitalpolicy.it> ha scritto:
>
> Buongiorno,
>
>
>
> (1)
>
>     il Commons Deed della BY-SA 2.0 italiana (che non ha valore legale
>     in se`, ma  e`  comunque un ausilio  di  cui tener conto   in fase
>     interpretativa)  riporta     correttamente   l'obbligo   per    il
>     licenziatario di "condividere allo stesso modo"; peraltro, il link
>     a cui CC suggerisce di puntare va verso il  Commons Deed, non vero
>     il testo della licenza;
>
> (2) la licenza BY-NC-SA 2.0 italiana contiene la clausola corretta;
>
> (3) la natura "modulare" delle CCPL fa sì che la clausola SA della
>     BY-NC-SA 2.0 sia, in effetti, la medesima della BY-SA 2.0
>     italiana;
>
> (4) sia la versione "generica" delle CCPL, sia tutte le altre versioni
>     nazionali  (o almeno  quelle    la cui lingua  posso  comprendere)
>     riportano correttamente la clausola SA;
>
> Cio` detto,  l'errore  rimane e un giudice  potrebbe  ritenere che gli
> elementi "di  contorno"  di cui  sopra   non sono  rilevanti e che  un
> licenziatario non  ha l'obbligo di   verificare i punti  di cui sopra.
>
>     > Su  Commons abbiamo centinaia di  foto rilasciate con un TAG che
>     > linka alla   licenza dal testo   errato.   Abbiamo intenzione di
>     > inserire un avviso in cui viene  menzionato il problema affinché
>     > i   licenzianti siano  indotti    a   rimuovere  la foto   e   a
>     > ripubblicarla con la cc-by-sa 2.5 ITALIA.
>
> Questa  credo sarebbe   una buona  idea per gli   altri  motivi che ho
> riportato sopra   ancor  piu`  che per  il   problema  di  cui  stiamo
> discutendo,
>
>     > Tuttavia non ci è   chiaro se, anche  così  facendo, chi sa  che
>     > quella stessa  foto è    stata  precedentemente rilasciata   con
>     > cc-by-sa 2.0  ITALIA, può scegliere  di  quale delle due licenze
>     > essere licenziatario   o  se invece   può  essere  licenziatario
>     > soltanto della licenza 2.5.
>
> Potrebbe "scegliere"   una delle  due   licenze in  questione.  Questo
> perche`,  una  volta che l'opera e`   stata messa in  circolazione, la
> decisione del Licenziante di rilasciare  l'opera anche sotto  un'altra
> licenza non comporta recesso dalla prima licenza.  Si veda l'art. 7(b)
> delle CCPL 2.0:
>
>   "Sempre che  vengano  rispettati i  termini  e le  condizioni di cui
>   sopra, la  presente  Licenza è perpetua  (e  concessa per   tutta la
>   durata del diritto d'autore sull'Opera applicabile). Nonostante ciò,
>   il  Licenziante si riserva il  diritto  di rilasciare l'Opera  sulla
>   base   dei   termini di  una differente   licenza  o  di  cessare la
>   distribuzione  dell'Opera in qualsiasi  momento; fermo restando che,
>   in ogni caso,   tali   decisioni non   comporteranno recesso   dalla
>   presente  Licenza (o  da    qualsiasi altra licenza  che  sia  stata
>   concessa, o  che sia richiesto che  venga concessa, ai termini della
>   presente Licenza), e la presente  Licenza continuerà ad avere  piena
>   efficacia, salvo che vi sia risoluzione come sopra indicato."
>
> Potrebbe pero`  essere  complicato dimostrare che  il licenziatario ha
> ottenuto  un'opera  rilasciata secondo  i   termini di una  licenza X,
> invece che di una licenza Y.
>
>     > Inoltre, vorremmo sapere se la  licenza si applica alla  singola
>     > copia della foto o all'opera in sé,  per cui chiunque sappia che
>     > una certa  foto è   rilasciata con  una  certa licenza    cc può
>     > utilizzarla in qualità di licenziatario.  Grazie fin d'ora a chi
>     > vorrà rispondere.  Marcello
>
> Su  questo, pur avendo discusso a  lungo e continuando a discutere con
> diversi giuristi, non sono in grado di darle un parere.  Ma sono certo
> che altri sulla lista vorranno dare la loro  opinione su questo punto,
> come    pure  sui restanti   -  che, le   ricordo   per puro scrupolo,
> costituiscono un parere del tutto personale da non giurista.
>
> Cordiali saluti,
>
> --
>       Andrea Glorioso || http://people.digitalpolicy.it/sama/cv/
>           M: +39 348 921 4379        F: +39 051 930 31 133
>        "Truth is a relationship between a theory and the world;
>        beauty is a relationship between a theory and the mind."
>
>
>
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: http://lists.ibiblio.org/pipermail/cc-it/attachments/20061223/45297a15/attachment.html 


Maggiori informazioni sulla lista cc-it