[Cc-it] Cc-it Digest, Vol 24, Issue 4

info@copyleft-italia.it iuriswebmaster a libero.it
Mar 11 Ott 2005 12:59:29 EDT


Grazie Thomas. Mi inchino di fronte a tanta padronanza della questione e chiarezza nell'argomentazione. Non avevo considerato tutti questi aspetti.
Beh, sono contento di aver sollevato il dubbio, per lo meno siamo arrivati ad approfondire la cosa.

Un saluto a tutti.
Simone Aliprandi - www.copyleft-italia.it


> S?, si pu? dire anche cos?, ma questo ? il motivo "sociale", "teleologico".
> La ragione giuridica per cui si pu? rilasciare la stessa opera con, per
> esempio, FDL e CCPL ? perch? entrambe tra le loro clausole hanno la
> previsione della non esclusivit?. Ossia il fatto che licenzio a tizio non mi
> vieta in alcun modo di licenziare a caio. Lo posso fare sotto termini
> differenti? Posso. Sta a Tizio o a Caio scgliere la licenza di cui vogliono
> godere i termini. Non conosco giurisprudenza in merito ma ? ormai una prassi
> diffusa.
> 
> Inoltre non vedo la ragione per cui Tizio o Caio potrebbero lamentarsi di
> una situazione a loro vantaggio (questa ? una caratterisctica di queste
> licenze, che offrono libert? e la libert? ? un concetto che influisce sia
> sul licenziante che sul licenziatario. Non vi ? una contrapposizione di
> posizioni come in una struttura contrattuale classica, bens? una comunione
> di obiettivi. Tutto ci? rende statisticamente pi? difficile giungere a
> quelle situazioni di conflitto che sfociano in tribunale.
> 
> 
> Thomas





Maggiori informazioni sulla lista cc-it