[Cc-it] opere derivate

hulot redazione a hulot.it
Lun 20 Giu 2005 10:02:10 EDT


Ringrazio chi sta dicendo la sua, ubriaco o no: sono tutte considerazioni
che mi aiutano a capire meglio il quadro. Non sono un'editrice, questo campo
mi è nuovo. Andando a ricercare negli archivi ho trovato qualcosa di
interessante proprio sulla definizione di opere derivate:
http://lists.ibiblio.org/pipermail/cc-it/2004-November/001551.html
Alla prossima, serena


> Message: 1
> Date: Sun, 19 Jun 2005 13:10:53 +0200
> From: "info a copyleft-italia.it" <iuriswebmaster a libero.it>
> Subject: [Cc-it] Re:Cc-it Digest, Vol 20, Issue 10
> To: "cc-it" <cc-it a lists.ibiblio.org>
> Message-ID: <IIBWE5$AED387F5831B9C544AD90CA7B2CA8E08 a libero.it>
> Content-Type: text/plain; charset=iso-8859-1
>
> > Al disclaimer di sopra aggiugno che sono pure ubriaco e che pertanto
> > non ha alcun valore ci? che sto dicendo :-D
>
> IDEM per me.  ;-)
>
> > se qualcun altro volesse aggiungere la sua, cominceremmo ad espletare
> > la reale funzione di questa lista.
>
> e ma oggi è domenica... il settimo giorno si riposò. :-)
>
> beh, scherzi a parte...
> indipendentemente dal tasso alcolico (mio e di Thomas), penso che ciò che
ha detto Thomas sia utile e già abbastanza chiaro.
> non saprei aggiungere altro così a freddo. dovrei capire bene com'è il
caso concreto e magari leggermi qualcosa a riguardo (dottrina, sentenze...).
> sono anch'io dell'idea che, se il caso è reale e concreto e urge una
dignosi completa e affidabile, - come ho già detto tempo fa - esiste una
categoria professionale (gli avvocati) che è autorizzata a svolgere
consulenza/assistenza di questo tipo.
>
> a presto, Simone Aliprandi




Maggiori informazioni sulla lista cc-it