[Cc-it] Re: Ve lo do io l'artista vero: Angelo Rindone

Nicola Alcide Grossi copernico a larivoluzione.it
Dom 23 Gen 2005 06:43:58 EST


liver Scrive: 

> On Saturday 22 January 2005 23:16, Nicola Alcide Grossi wrote:
>> C'è una canzone di Angelo, "Ballata hacker", che potrebbe diventare l'inno
>> di questa comunità (un link in homepage, una musica con cui accompagnare le
>> nostre conferenze... ): certo, bisogna vedere se Angelo gradirebbe (è un
>> po' come mettere una cravatta a un maiale), ma, se siamo d'accordo,
>> possiamo proporglielo.
> Fammi capire: chi è il maiale e chi la cravatta? ;-D
> Scherzi a parte, grazie per la (notevole) segnalazione. Glielo chiederei 
> senz'altro.

Vedi, Michele, secondo me in un archivio può starci Mozart, Petrarca... 
artisti affermati :)... se fai un archivio del genere certamente promuovi la 
cultura. 

Ma se tu prendi un artista come Rindone e lo metti in un archivio, in mezzo 
a tanto ciarpame, allora tu non stai utilizzando l'archivio per promuovere 
la cultura, stai utilizzando la cultura per promuovere un archivio. 

Rindone andrebbe messo sotto il riflettore, si potrebbe tentare di farlo 
emergere alla grande: a quel punto, solo a quel punto, secondo me, 
incomincerebbe un vero e serio discorso sulla SIAE, sulla possibilità di 
guadagnare senza conservare diritti esclusivi... Angelo diventerebbe un 
esempio per tutti. 


Se tu ami un artista quello che conta è il diritto morale: a quel punto non 
ti basta scaricare le sue produzioni da Internet, vuoi il prodotto 
materiale, la sua firma, perché quel prodotto è un'opera d'arte, non è un 
semplice contenitore (chiunque può copiare Rindone, ma se non è opera di 
Rindone a me che importa?).
Tra l'altro Angelo adora il vinile: si potrebbe riesumare il vinile come 
"oggetto d'arte" per rilanciare il prodotto da vendere (non so se mi 
spiego). Questo stesso prodotto potrebbe contenere i suoi disegni... 
lasciatevi servire, se dico che il ragazzo ha tutte le carte in regola per 
diventare un caso nazionale, non mi sbaglio. :) 

Paradossalmente Rindone potrebbe vendere tantissimo proprio perché 
liberamente disponibile: puoi scaricarlo quanto ti pare, ma se non lo 
compri, non avrai mai l'oggetto d'arte. 

Creare il caso Rindone significherebbe far riscoprire il gusto per l'arte: 
perché adesso abbiamo solo il gusto per il consumo. 

E' un discorso un po' complesso su cui ritornerò e, se siete d'accordo, 
potremmo discutere tutti insieme. 

 

 

Saluti (cc)opernicani, Nicola. 

________________________________________ 

Tutti pensano a cambiare l'umanità, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. 

Lev Tolstoj 




Maggiori informazioni sulla lista cc-it