[Cc-it] L'utilizzo obbligatorio delle licenze open content

Nicola Alcide Grossi copernico a larivoluzione.it
Dom 16 Gen 2005 18:27:20 EST


Nella discussione con Tom, Lorenzo (e aggiungerei anche Ciurcina, visto che 
l'ha proposto espressamente) si è parlato di introdurre l'obbligo di 
utilizzo di licenze open content.
Questo è un tema che sono certo verrà fuori anche all'incontro in Senato. 


Mi preme innanzitutto sottolineare (ma è "Scarichiamoli!" stesso a 
sottolinearlo) che obbligare a rilasciare con licenza open content un'opera 
non significa affatto dare la possibilità *concreta* alle persone di potere 
fruire liberamene di quell'opera. 

Ma c'è un problema, a cui ho già accennato, ben più grave:
che cos'è una licenza open content? 

Francamente è inimmaginabile una legge che preveda l'utilizzo obbligatorio 
di una licenza open content e non dica con estrema precisione cosa sia una 
licenza open content. 

Rispetto ai cugini del software libero partiamo in svantaggio:
loro hanno una definizione precisa, chiara, inequivocabile. Noi no.
Certo c'è chi, come lo svedese Magnus Cedergren ha tentato di definire 
l'open content ("un contenuto non prodotto per fini di profitto, spesso 
collettivamente, con lo scopo di renderlo disponibile a ulteriori 
distribuzioni e miglioramenti da parte di altri, a costo zero"), ma non è 
affatto una definizione universalmente condivisa. 

Ma non è finita: qualora stabilissimo che cos'è una licenza open content, 
quante e quali licenze potrebbero essere idonee? Problemi pratici a non 
finire: andrà bene questa? Andrà bene quest'altra? Come ne usciamo? :) 

Vi rinnovo la mia preoccupazione e la mia opinione circa l'esigenza di 
partire dalla soluzione di questo problema per poter discutere dei temi ad 
esso collegati. 

 

 

Saluti (cc)opernicani, Nicola. 

________________________________________ 

Tutti pensano a cambiare l'umanità, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. 

Lev Tolstoj



Maggiori informazioni sulla lista cc-it