[Cc-it] Re: scarichiamoli

Nicola Alcide Grossi copernico a larivoluzione.it
Dom 16 Gen 2005 06:54:37 EST


Lorenzo De Tomasi Scrive: 

>> Non ho ancora capito se state parlando di introdurre in relazione a tali
>> casi l'obbligo (ex lege) di utilizzo di una licenza Creative Commons.
> 
> Io personalmente non parlo di introdurre in relazione a tali casi l'obbligo
> di utilizzo di una precisa licenza o di un gruppo di licenze. Parlo di
> principi: libera copia, distribuzione ecc. A mio parere tutte le licenze
> (anche future) che permettano quello che mi auspico dovrebbero poter essere
> utilizzate.
> Ma non ho competenze legali e quindi mi esprimo con il linguaggio che
> conosco: parlare con esempi di licenze ccpl è per me più semplice e, viste
> le persone a cui mi rivolgo, mi auguro anche più chiaro.
 

E' un aspetto fondamentale: un conto è riferirsi ad una specifica licenza (e 
quindi fondare una legge sull'indefinito, sul variabile, sull'*incertezza*, 
fare riferimento ad una legislazione straniera, creare enormi problemi a 
CC.org e alle AI, che sarebbero continuamente chiamate in causa per spiegare 
cose su cui nemmeno loro hanno certezze assolute); un conto è riferirsi ad 
astratti paramentri con cui disciplinare un *caso specifico*. 


Di cosa stiamo parlando? Stiamo parlando di un disegno di legge.
Ci sono due presupposti fondamentali affinché un disegno di legge diventi 
legge quando non è il governo a proporlo:
1. deve essere circoscritto (più è circoscritto, meno è attaccabile, più 
snello sarà il suo iter);
2. deve essere altamente condivisibile (deve cioè fare riferimento a un 
principio sentito dalla comunità come profondamente ed universalmente 
giusto). 


Questo non significa che la proposta di Sabatino di modificare la 
legislazione sul p2p non sia auspicabile, questo non significa che 
modificare i rapporti tra ricercatori ed università e/o tra università e 
Stato non sia auspicabile, ma certamente allarga e non di poco il campo 
d'azione della proposta, con conseguenze che potrebbero mettere il bastone 
tra le ruote alla proposta stessa. 

La proposta attuale potrebbe sembrare un po' superficiale o incompleta: a 
mio giudizio ha semplicemente l'occhio lungo, sia dal punto di vista tecnico 
che da quello politico.
Anche perché *quando chiedi tante cose, magari poi non te le danno tutte e 
ti danno quella a cui tenevi di meno*. 

Detto questo: nessuna fretta, io stesso ho pregato la lista di avanzare 
proposte. E se la volontà generale sarà quella di inserirle *sin d'ora* nel 
progetto, dovranno essere certamente inserite. 

 

Saluti (cc)opernicani, Nicola. 

________________________________________ 

Tutti pensano a cambiare l'umanità, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. 

Lev Tolstoj 




Maggiori informazioni sulla lista cc-it