[Cc-it] Creative Commons e SIAE

Giovanni Ziccardi g.ziccardi a tin.it
Mar 11 Gen 2005 15:35:19 EST


Scusate, ho un dubbio che però forse qualcuno di voi ha già risolto.

Riguarda il rapporto tra SIAE e Creative Commons.

Io volevo sapere se, dopo che un autore si è iscritto (o, come dicono loro, 
"associato") alla SIAE, la SIAE stessa diventa intermediaria per TUTTE le 
opere che quell'autore comporrà. Detto in altri termini, come uno si 
associa alla siae, e conferisce quindi all'intermediario il compito di 
gestire i diritti, tutte le opere che produrrà nel tempo in cui è associato 
cadono in regime SIAE.

Era per me molto importante saperlo per un motivo semplice: si vuole 
prendere, faccio un esempio, un musicista italiano famoso perchè faccia 
promozione/testimonial alla CC e gli si chiede di produrre un brano da 
rilasciare sotto CC. Poi si scopre che questo musicista non può, in quanto, 
essendo associato SIAE, la sua opera ricadrebbe sotto regime siae e non cc.

Ora, da buon giurista mi sono letto - ma molto in  fretta - decine di 
pagine sul sito SIAE per trovare una risposta.

In un primo istante mi sembra, dal regime siae come illustrato sul sito e 
nella normativa alla base della SIAE, che un autore conceda alle SIAE la 
tutela solo dell'opera che DEPOSITA.

Quindi sarebbe ammissibile - che ne so - che lo stesso autore crei il brano 
"smoke on the water" e lo depositi in SIAE - che diventa intermediario e 
quindi gestisce i diritti - e il brano "wish you were here" per poi 
diffonderlo secondo CC (e, quindi, non cade automaticamente nel calderone 
SIAE).

Poi mi sono guardato un po' di vecchi statuti siae e in uno del 1995 - che 
penso sia abrogato - vi era una strana previsione per cui si prevedeva un 
"obbligo per l'iscritto di dichiarare TUTTE le opere destinate alla 
pubblica utilizzazione delle quali abbia diritti". vecchio art. 10 (però 
c'era scritto "dichiarare", non "depositare").

C'è qualcuno che ha affrontato la questione e che mi può confermare che, 
per un autore italiano iscritto SIAE, solo le opere che egli deposita 
entrano in regime SIAE e non c'è una sorta di potestà di SIAE di avocare a 
sè tutte le opere di quel soggetto? (e, come conseguenza logica, se si 
chiede a Battiato, ad esempio, iscritto SIAE, di fare un brano da 
riliasciare sotto CC la SIAE non si accaparra automaticamente la gestione 
dei diritti dell'opera, compresi quelli in contrasto con CC?)

Mi interesserebbe sapere il riferimento normativo esatto. Io intanto lo 
continuo a cercare!

cari saluti a tutti

g.z.




Maggiori informazioni sulla lista cc-it