[Cc-it] Proposta progetto

Fabio Sabatino my.iguru a gmail.com
Lun 10 Gen 2005 17:14:25 EST


Buonasera a tutti i partecipanti della lista,
dopo la piacevole telefonata con Danilo e dopo avergli accennato di
una mia idea, la riporto a voi per ottenere qualche parere, magari
anche sugli aspetti legali del progetto che ho ideato.
Siccome si e' parlato della struttura del sito, ed in genere della
diffusione di materiale coperto da CC, avevo pensato ad una possibile
incentivazione per la pubblicazione di opere utilizzando il software
P2P BitTorrent.
Il protocollo utilizzato da BitTorrent e' semplice, si prende un file
da condividere, lo si trasforma in un file di qualche byte contenente
le informazioni sul come e dove trovare il file originale nella rete
ed infine si mette a disposizione questo piccolo file .torrent. Chi
pubblica il materiale in genere ha sul suo computer un "tracker", una
specie di server che mette a disposizione informazioni sui file
condivisi. I tracker possono formare network, si possono collegare fra
loro. Ogni tracker mette a disposizione i file .torrent ed informano
della disponibilita' dei file originali, lasciando aperto un
"torrente" di bit per ogni file al quale i client vanno a connettersi.
Si potrebbe facilmente fare in modo che vari blog e anche il sito
creativecommons.it, .org e cosi' via, possano ospitare materiale
coperto da CC, sotto forma di .torrent, si potrebbe tener su un
archivio col metodo dei trackers e si potrebbe favorire la diffusione
piu' economica, che e' quella del P2P, attuabile solo attraverso
licenze di libera diffusione, come le CC (non escludendo la
possibilita' di utilizzare altre licenze).
Con un sistema tale si risolverebbe anche il problema della
registrazione delle opere, in quanto un autore pubblicando un'opera
lascia, magari anche con firma elettronica, all'interno del file la
data di creazione ed altri dati, chiamati metadati (in cui si puo'
fare in modo da poter inserire informazioni relative al tipo di
licenza del file originale). L'archivio di queste registrazioni
potrebbe esser mantenuto da vari enti, ai quali ogni autore decide
liberamente di registrarsi. Enti che dovranno raccogliere le
registrazioni delle opere, un po' come le varie enti che registrano i
domini su internet attualmente.
Suppongo che portare avanti un'iniziativa del genere possa riscontrare
un discreto successo, in quanto fornirebbe l'opportunita' a tutti di
pubblicare a costi minimi le proprie opere (musica, libri, studi,
video), la distribuzione avverrebbe tramite una rete P2P, che non
costa nulla a nessuno se non la connessione. Credo che potrebbe essere
utile sensibilizzare magari i provider di accesso ad internet nei
confronti di una simile proposta, in quanto sono in guerra quanto noi
comuni mortali col problema del fenomeno P2P e delle leggi fatte coi
piedi. Telecom Italia, Tiscali, Wind e magari anche il giovane
operatore mobile 3, che sembra essere molto interessato ad internet
(avevo pensato addirittura quanti si potrebbero mettere a fare le foto
col cell e pubblicarle su internet sotto CC !), potrebbero supportare
iniziative come quella di Scarichiamoli subito sfruttando questi nuovi
possibili metodi di pubblicazione. Se i provider contribuissero alla
creazione di opere da poter liberamente distribuire, senza ulteriori
costi e rischi per la loro attivita', ed allo stesso tempo migliorare
la loro immagine aziendale dando il loro contributo alla cultura,
magari dando il loro contributo (cito i labs di Telecom Italia)
pubblicando proprio materiale tecnico dando la possibilita' alla
comunita' di collaborare.
Ritornando alla realta', vi chiedo, un'idea simile vi sembra
quantomeno applicabile ? Credete che ci siano aspetti legali,
purtroppo a me ignoti, che possano essere d'intralcio ? Voi cosa ne
pensate ?
Insomma, fatevi sentire ! :-)

-- 


Fabio Sabatino



Maggiori informazioni sulla lista cc-it