[Cc-it] Re: Free software e Creative Commons

creatives a attivista.com creatives a attivista.com
Lun 10 Gen 2005 04:23:36 EST


Fabio Sabatino scrive:
[..]Ho letto il thread che mi ha segnalato e la ringrazio. Mi trovo un po'
in disaccordo sul suo punto di vista del software come mezzo, io
personalmente, faccio parte di quella parte che crede siano opere
artistiche, opere dell'ingegno per la precisione.[..] 

Danilo Moi risponde:
*Strumento* non mezzo.
Non è proprio la stessa cosa.
Non parlo di "strumento" come "mezzo in senso generale" ma proprio di 
*strumento tecnologico*, tool. (come la ruota, come la zappa)
"opere dell'ingegno": tutto è "opera dell'ingegno", anche il software 
ovviamente (*), il problema è in questo caso la natura dell'ingegno.
In quanto "strumento tecnologico" il suo esistere e il suo svilupparsi 
implica l'esistenza di strumenti già esistenti. 

Questo "implicare", andando a ritroso, include in ultima istanza anche la 
celeberrima "ruota" (implica lo sviluppo tecnologico dell'umanità)
Inoltre, banalmente: non posso scrivere un sofwtare senza utilizzare altro 
software. (chessò: se scrivo un cms in php sto utilizzando il php..e non 
solo, però chi ha scritto il php ha utilizzato il C etc etc)
http://groups.google.com/groups?selm=3r7pgp%24aa1%40ionews.io.org
(quello è un messaggio storico) 

Questo non significa che il singolo, la creatività individuale non abbiano 
rilevanza.
(infatti a un certo punto Lerdorf ha una "vision")
Anzi: penso che l'umanità vada avanti non solo perchè esiste ed è esistito 
uno scambio libero di strumenti, idee, soluzioni, cultura, ma anche e 
sopratutto perchè sempre in un deteminato momento qualchè individuo è stato 
geniale.
Senza quelle genialità singolari l'umanità noi non saremo qui ma staremo 
ancora a raccogliere le bacche. :-)
(*) C'è chi sostiene che l'universo stesso sia "Opera dell'Ingegno" 

Fabio Sabatino scrive:
[..]Credo che se
volessimo fare un paragone con la poesia si potrebbe definire
anch'essa un mezzo, in quanto e' un mezzo per provocare emozioni,
anche il teatro, la musica e cosi' via.[..] 

Danilo Moi risponde:
Ecco.
La poesia non è però uno "strumento tecnologico" (vedi sopra) 

Fabio Sabatino scrive:
[..]Per quanto riguarda il
software credo che lo strumento non sia il software, bensi'
l'hardware, come lo spartito musicale sta' alla chitarra.[..] 

Danilo Moi risponde:
Beh, banalmente potrei dire che l'hardware non funziona senza il software. 
:-)
Il tutto qui si complica perchè, come vede, si arriva a dispute abbastanza 
metafisiche...anima-corpo.
Sappiamo che quando si comincia a disputare su cose simili non se ne cava 
piede e si finisce per trascendere nella "religione" (davvero non ho 
intenzione di diventare "prete" delle mie stesse idee) 

Fabio Sabatino scrive:
[..]La filosofia del Free Software ha migliorato di molto la qualita'
del software moderno, ma e' una filosofia che ogni individuo ha il
diritto di abbracciare o meno a sua scelta, a seconda del caso.
[..] 

Danilo Moi risponde:
Questo lo credo anche io e lo sottoscrivo in toto.
Aggiungo che spesso la filosofia del Free sofwtare, proprio come le creative 
commons, tende a "divinizzare la collettività" scordando il già citato 
"genio individuale". (anche se fortunatamente  nel primo caso è presente una 
fortissima valorizzazione della "competenza" e delle capacità dell'hacker, 
del programmatore...spesso addirittura questa valorizzazione acquisisce 
determinazioni "eccessive"....nelle menti meno articolate proprio "cretina")
Il problema è appunto trovare un "equilibrio".(anche e sopratutto a livello 
filosofico e speculativo)
http://lists.ibiblio.org/pipermail/cc-it/2004-December/002129.html
http://lists.ibiblio.org/pipermail/cc-it/2004-December/002148.html 

Un saluto
Danilo Moi
danilomoi at creativecommons.it



Maggiori informazioni sulla lista cc-it