[Cc-it] Re: FSF e Creative Commons: il concetto di libertà

creatives a attivista.com creatives a attivista.com
Mer 5 Gen 2005 05:37:02 EST


Nicola Grossi scrive:
[..]
Possibile che FSF si preoccupi di sconsigliare l'utilizzo dell'URL ma non si
preoccupi di sconsigliare l'utilizzo della Attribution-NoDerivs?
[..] 

Danilo Moi risponde: 

E perchè mai dovrebbe "sconsigliare"?
Forse perchè la noderivs non permette modifiche delle opere?
C'è in effetti chi la pensa così.(a mio modesto avvio sbaglia, e sbaglia 
proprio perchè non distingue tra ciò che è natura strumentale del software e 
ciò che è "sensibilità e creazione individuale".
Se nel primo caso la "modifica" ha un senso nel secondo lo ha ben di rado) 

Inoltre:
**Anche il "verbatim copying" (la copia letterale) non permette "opere 
derivate"** 

Si legga il disclaimerino di Stallman
"Verbatim copying and redistribution of this entire page are permitted 
provided this notice is preserved. "
www.stallman.org 

Forse il "verbatim copying" non è copyleft?
Per quanto ne so io quel "disclaimerino" può essere considerato la prima 
"clausolina" copyleft della storia. :-) 

Credo quindi che i signori della FSF non siano così sprovveduti da pensare 
di "sconsigliare" l'utilizzo della NO-derivatives e di non ritenerla 
"libera" soltanto perchè non prescrive la creazione di opere derivate di 
poesie e romanzi :-) 

Un saluto
Danilo Moi
danilomoi at creativecommons.it



Maggiori informazioni sulla lista cc-it