[Cc-it] SIAE e CC

Absinth drink.absinth a email.it
Gio 17 Feb 2005 17:01:15 EST


Il Free Software risponde alla stessa filosofia che tu chiami giochino
per gli sbarbati,
eppure tantissime persone lavorandoci sono retribuite per il loro sforzo
intellettuale abbastanza
da non avere decisamente problemi economici o mancanza di lavoro.
Se la SIAE non si accorge dei tempi che cambiano, soccomberà, o
sicuramente perderà peso, come ha iniziato a perdere terreno molto
software proprietario (ad es. Windows, mentre la Microsoft pubblica
ridicoli bollettini informativi su come sia superiore a Linux, indagini
di società di parte abbattute regolarmente da fonti ben più affidabili).
D'altronde, le CC garantiranno man mano che prendono quota anche la fine
degli artisti da quattro soldi che con il copyright fanno soldoni su
opere penose, come nel mondo del free software chi scrive software di
scarsa qualità non va avanti e non guadagna - questa è una mia
idea/speranza ad ogni modo.
Perdonate se le mie digressioni son quasi sempre in campo informatico,
ma è il campo in cui la filosofia libera ha più esperienza.

Angelo Rindone ha scritto:

>mi è capitata tra le mani una rivista dal titolo
>VIVAVERDi il giornale degli autori e degli editori
>una rivista della SIAE, periodo SETTEMBRE/DICEMBRE 2004
>
>non ricordo se la cosa è già girata in lista
>ma c'è un articolone su Creative Commons
>dal titolo YES OR NOT open source/creative commons
>di Monica Scalamogna
>
>l'articolo parte dalla presentazione a Torino di CC italia
>e spiega a grandi linee i contenuti delle licenze.
>
>Sono rimasto colpito dalla chiusa dell'articolo
>
>"Tale sistema, infatti, senza dubbio può ritenersi
>funzionale e utile rispetto alla distribuzione in rete
>di opere di giovani autori emergenti, ma allo stesso tempo
>risultare inconsistente per quanto riguarda l'aspetto
>commerciale per colori i quali, avendo faticosamente
>conquistato fama e autorità nei settori di propria 
>competenza, ritengono per questo di dover essere
>tutelati e retribuiti per il loro sforzo intellettuale."
>
>insomma:
>il copyleft è un giochino per gli sbarbati
>;)
>
>saluti
>angelo rindone
>
>_______________________________________________
>Cc-it mailing list
>Cc-it a lists.ibiblio.org
>http://lists.ibiblio.org/mailman/listinfo/cc-it
>
>  
>




Maggiori informazioni sulla lista cc-it