[Cc-it] clausola "translation"

J.C. De Martin demartin_ml a media.polito.it
Mar 26 Apr 2005 15:09:43 EDT


Mi inserisco per concordare sull'interesse di una variante "traduzione
consentita".

Riguardo al perche' non ci sia ancora una CCPL che la contempla,
dico due cose: 1) CC e' giovane! Appena due anni!
2) Nonostante cio', CC ha comunque gia' fatto una quantita'
di lavoro incredibile. Non e' una difesa d'ufficio, ma una realta',
basta solo seguire il flusso di annunci che emana da cc.org....

Ad ogni modo, grazie per il commento/proposta - senz'altro da tenere a
mente.

Cordialmente,

Juan Carlos De Martin



iuriswebmaster a libero.it wrote:

>>Salve,
>>    volevo porre una domanda, poich? da un p? di tempo lavoro ad un 
>>romanzo che intendo rilasciare sotto cc. Essendo un romanzo, voglio 
>>ovviamente non dare la possibilit? di modificarlo (No derivative work), 
>>ma al tempo stesso voglio permettere a chiunque di tradurlo, nel 
>>rispetto del testo. Essendo le licenze americane, ? chiaro che in lingua 
>>inglese questo problema non si ? posto, ma per noi italiani invece s?.
>>Propongo quindi l'aggiunta della opzione "Translation Admitted" o "Free 
>>for translate", come credete. Ovviamente se possa essere utilizzata in 
>>traduzioni per pubblicazioni a scopo di lucro, lo definisce l'opzione 
>>apposita ed un eventuale colloquio tra autore e parti interessate.
>>Attendo risposte sul tema.
>>
>>Arrivederci,
>>Absinth
>>    
>>
>
>BINGO!!!!!
>E' una cosa che mi sono sempre chiesto anch'io.
>La traduzione non può essere considerata alla stregua delle altre modifiche sostanziali del contenuto.
>E tra l'altro non mi sembra una cosa così complicata da fare; non capisco come mai nessuno degli organi ufficiali Creative Commons ci abbia pensato. Non penso sia solo una questione di pigrizia e menefreghismo "perchè tanto loro parlano Inglese"... boh.
>Cmq - per i principi di libertà contrattuale riconosciuti negli ordinamenti di tutto il mondo - sei sempre libero di aggiungere clausole alle licenze. Il problema è che poi non puoi più chiamarla "Licenza Creative Commons".
>
>ciao, Simone Aliprandi
>
>
>
>____________________________________________________________
>6X velocizzare la tua navigazione a 56k? 6X Web Accelerator di Libero!
>Scaricalo su INTERNET GRATIS 6X http://www.libero.it
>
>
>_______________________________________________
>Cc-it mailing list
>Cc-it a lists.ibiblio.org
>http://lists.ibiblio.org/mailman/listinfo/cc-it
>
>  
>


-- 
I migliori saluti, 


Juan Carlos De Martin
______________________________________
IEIIT
Consiglio Nazionale delle Ricerche
Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24
10129 Torino, Italy
E-mail: demartin a polito.it
Tel: +39-011-564-5421
Fax: +39-011-564-5429
http://media.polito.it





Maggiori informazioni sulla lista cc-it