[Cc-it] Re: [Community] Richiesta dimissioni De Martin

Nicola A. Grossi nicola.grossi a creativecommons.it
Lun 4 Apr 2005 11:21:07 EDT


On Mon, 4 Apr 2005 17:00:47 +0200
Marco Ciurcina <ciurcina a studiolegale.it> ha scritto:

> Alle 16:28, lunedì 4 aprile 2005, Nicola A. Grossi ha scritto:
> 
> > Caro Ciurcina, quando al telefono hai mandato a quel paese De Tomasi, se lo
> > meritava De Tomasi di essere trattato in quel modo? :-) 
> Come dove quando e perchè avrei mandato a quel paese De Tomasi ?
> Chi te l'ha detto ?
> :-)

De Tomasi Lorenzo. Ce lo ha detto lui. :-)


 
> > Ma qui la 
> > situazione è ben diversa:
> > chi mente sapendo di mentire non merita fiducia: e, dunque, la fiducia,
> > così come gli è stata data, gli è stata tolta (chi è causa dei propri mali
> > pianga se stesso). 
> Io penso che si stia passando il segno.
> Pensavo avessi studiato legge.
> Quello che scrivi è grave.

Visto che la situazione è grave, cerchiamo di fare poca ironia e lasciamo le pseudominacce da parte.
Il segno si è passato, ma non lo abbiamo passato noi.
Non sei a conoscenza di quello che è successo? Non hai seguito la vicenda (si è svolta in pubblico)?
Repetita iuvant:
De Martin ha parlato con Maffulli, il quale lo ha informato del fatto che Stallman intendeva ritirare la sua firma perché aveva visto il sito opencontents.org.
A quel punto De Martin chiama Moi per dirgli di apportare modifiche alla homepage del sito opencontents.org, gestito da Moi.
Poi De Martin arriva in lista dicendo che gli sembra di capire che il nocciolo della questione sia che Stallman ha ritirato la firma per aver visto opencontents.org:

"Da quello che ho capito io (non molto, ma qualcosa si'), la
questione e' piu' semplice e assai meno melodrammatica:
Stallman ha letto il contenuto opencontents.org e 
l'ha trovato -nonostante il titolo fosse lo stesso, "Scarichiamoli"-
diverso dal testo da lui approvato.
Sicuramente non e' il massimo, per usare un eufemismo,
per uno attento come lui,  accorgersi che ha aderito
ad un'iniziativa di cui girano versioni diverse da quella
da lui vagliata.

Colpa nostra, dovevamo fare comunicare meno e meglio."



Ma io non avevo mai detto questo in pubblico, dunque De Martin non poteva saperlo.
A quel punto ho chiesto pubblicamente a De Martin come facesse a sapere queste cose. Sul primo punto ha detto che in realtà intendeva dire un'altra cosa, mentre sul secondo punto ha detto che lo aveva dedotto da quanto espresso in lista da Monti (una persona totalmente estranea ai fatti).
Ciò è falso: De Martin ha mentito sapendo di mentire.
De Martin sapeva quelle cose perché giele aveva dette Maffulli.
A Moi, infatti, De Martin ha detto di avere sentito Maffulli.
Tutto chiaro adesso? :-) 

In questo post De Martin mente sapendo di mentire:
http://www.creativecommons.it/pipermail/community/2005-April/000491.html

Non siamo persone che amano essere prese in giro.


Saluti,
N.A. Grossi























Maggiori informazioni sulla lista cc-it