[Cc-it] Re: CC e Liber Liber: c'è un """problemino""" :-)

Nicola Alcide Grossi copernico a larivoluzione.it
Gio 30 Set 2004 06:22:09 EDT


creatives a attivista.com Scrive: 

> Danilo Moi risponde:
> Non penso che Pinna abbia "mancato di rispetto" alla lista o ai suoi 
> membri.
> Ha espresso un suo punto di vista, e neanche del tutto infondato.
> Disquisire di "tematiche filosofiche" ha senso solo se si porta avanti il 
> progetto, se si "disquisisce" e basta di senso ne ha davvero poco.
> I "momenti polemici" poi sono stati altri, non certo questo. 

Credevo di essere stato chiaro, provo ad esserlo di più (visto che non sono 
affetto da nessuna patologia comunicativa :D); rispettare la lista 
significa, innanzitutto, evitare di alimentare *flame*:
spiegato che il mio stupore (stupore... chi ha mai parlato di stupore poi... 
comunque chiamiamolo stupore) aveva ad oggetto un caso *raro* e 
*paradossale* e che dunque è più che giustificato (perché poi dovrei 
giustificarlo?), ho ritenuto opportuno evitare un *flame*. Qui ognuno porta 
il suo contributo nei limiti delle sue possibilità (tempo, capacità, 
competenza... francamente di "semplici disquisizioni" non ne ho ancora viste 
e quelle che ho visto e che hanno riguardato me le ho dirottate in privato): 
dire che io ho limiti, che la *lista* ha limiti e poi non produrre proposte 
mi sembra un po' comodo. Se Pinna sa come si fa a produrre un "documento che 
spieghi con chiarezza il funzionamento delle CC", ce lo spieghi, perché (e 
convengo sul punto) le "semplici disquisizioni" non portano da nessuna 
parte. 


Saluti (cc)opernicani, Nicola. 

________________________________________ 

« Se fosse stato possibile che la creazione concreta o l'adattamento 
risultante dagli sforzi di un singolo individuo fossero utilizzati 
contemporaneamente da tutti gli individui, la presa di coscienza di questa 
possibilità, lungi dall'essere presa a pretesto dalla legge per impedire 
l'uso di questa cosa senza il permesso del suo creatore o adattatore, e 
lungi dall'essere considerata dannosa per qualcuno, sarebbe stata salutata 
come una benedizione per tutti - in breve, sarebbe stata vista come una 
delle più fortunate caratteristiche della natura delle cose ». 

Benjamin R. Tucker (1854-1939) 




Maggiori informazioni sulla lista cc-it