[Cc-it] Re: CC e Liber Liber: c' un """problemino""" :-)

creatives a attivista.com creatives a attivista.com
Gio 30 Set 2004 05:01:26 EDT


Pinna scrive:
[...]tutti gli iscritti e le iscritte alla lista sono grandi e vaccinati. se
riterranno che io li abbia trattati con poco rispetto mi contatteranno in
privato, o me lo faranno sapere in lista. tu con quale titolo parli
a nome loro? sai, forse gli altri iscritti non si sentono mancare di
rispetto per il solo fatto che viene portata una critica, anche se 
forte.[...] 

Danilo Moi risponde:
Non penso che Pinna abbia "mancato di rispetto" alla lista o ai suoi membri.
Ha espresso un suo punto di vista, e neanche del tutto infondato.
Disquisire di "tematiche filosofiche" ha senso solo se si porta avanti il 
progetto, se si "disquisisce" e basta di senso ne ha davvero poco.
I "momenti polemici" poi sono stati altri, non certo questo. 

Riguardo il "problema account email" pinna scrive:
[..]avere un indirizzo @creativecommons.it cosa  cambia? da' piu' 
autorevolezza a quello che uno scrive?[..]
Non  semplice questione di autorevolezza.
Se devo contattare un'associazione, o lo staff di un progetto etc etc e 
intendo proprorgli una qualche collaborazione o, come in questo caso, 
intendo segnalare un "problema" un conto  segnalarlo con il mio account 
privato, un conto  scrivere con un account @creativecommons.it 

Ma non solo: avere un account di posta, come avere un account 
nell'amministrazione del sito  un modo "informale" tramite il quale il 
titolare si impegna a collaborare.(tutti gli impegni qui sono informali, 
nessuno ci punta o ci punter il fucile)
Si ha un account di posta su creativecommons.it  perch si intende prendere 
contatti, proporre collaborazioni (etc etc) a nome del progetto.
Si ha un account nella sezione news perch si intende scrivere, tradurre etc 
etc.
Come si sa c' davvero bisogno di contributi. 

La funzione dell'account  quindi anche quella di cominciare a presentarci 
come organizzazione. 

(((Che poi non sia ancora una associazione riconosciuta  un altro discorso, 
che non sia ancora una delle tante associazioni culturali dove presidente e 
direttivo si spartiscono i fondi e fanno i loro affaracci sfruttando il 
lavoro degli iscritti,  o non sia ancora una associazione che ramazza fondi 
regionali o ed europei e da mangiare a persone che non sanno vivere se non 
rubando  un altro discorso ancora :-)...spero che creativecommons.it non 
diventi mai questo  tipo di associazione.))) 

Un saluto 

Danilo Moi
http://www.attivista.com
http://www.annozero.org
http://www.creativecommons.it
http://www.attivista.com/activists



Maggiori informazioni sulla lista cc-it