[Cc-it] CC e Liber Liber: c'è un """problemino""" :-)

Nicola Alcide Grossi copernico a larivoluzione.it
Mar 28 Set 2004 21:08:56 EDT


Come sapete poco tempo fa Liber Liber ha adottato le licenze CC: la notizia 
è rimbalzata un po' ovunque sul web. Stasera però mi è venuto un dubbio: 
vuoi vedere che... 

http://www.liberliber.it/biblioteca/licenze/index.htm 

... e già, hanno fatto la frittata. 

"I testi liberi da diritto d'autore sono distribuiti con licenza Creative 
Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike. 

Ma se un testo è "libero dal diritto d'autore", come si fa a distribuirlo 
sotto licenza Creative Commons? Come si fa, ad esempio, a impedirne la 
commerciabilità?
Le licenze d'uso sono un modo di gestire il diritto d'autore, ma se il 
diritto d'autore non c'è più, non è possibile applicarle. Applicare una 
licenza d'uso ad un testo di pubblico dominio (o meglio: patrimonio 
dell'umanità) significa *pretendere di rimetterlo sotto diritto d'autore*.
Vi rendete conto dell'assurdità del fatto? :-D
Ho segnalato la cosa a Liber Liber: vediamo cosa mi rispondono.
Spero che capiscano: se non mi credono, che facciamo? Gli mandiamo una mail 
targata creativecommons.it? :-) [A proposito, chi tra i membri in lista 
possiede l'account di posta elettronica creativecommons.it? Tutte le 
*persone* che collaborano al progetto dovrebbero averne uno. O sto dicendo 
un'eresia?] 

Se sulla rete si facessero meno chiacchiere sulle libertà e più libera 
informazione... non cambierebbe nulla ugualmente ma almeno avremmo fatto la 
cosa giusta. :-D 

Saluti (cc)opernicani, Nicola. 

________________________________________ 

« Se fosse stato possibile che la creazione concreta o l'adattamento 
risultante dagli sforzi di un singolo individuo fossero utilizzati 
contemporaneamente da tutti gli individui, la presa di coscienza di questa 
possibilità, lungi dall'essere presa a pretesto dalla legge per impedire 
l'uso di questa cosa senza il permesso del suo creatore o adattatore, e 
lungi dall'essere considerata dannosa per qualcuno, sarebbe stata salutata 
come una benedizione per tutti - in breve, sarebbe stata vista come una 
delle più fortunate caratteristiche della natura delle cose ». 

Benjamin R. Tucker (1854-1939)



Maggiori informazioni sulla lista cc-it