[Cc-it] Re: Progetto Scuola OnLine: un aiuto per le licenze

Nicola Alcide Grossi copernico a larivoluzione.it
Sab 18 Set 2004 14:10:20 EDT


Gianfranco Faillaci Scrive: 

> Salve a tutti. Sono uno dei coordinatori del progetto Scuola OnLine. Il 
> progetto si propone di creare manuali scolastici liberamente scaricabili 
> da Internet (potete vedere il progetto, e un po' di materiale già pronto 
> per il manuale di Italiano ad uso dei Licei, al sito 
> http://scuolaonline.wide.it).

La gratuità è soprattutto un modo per fare leggere chi non legge.
Ma per arrivare alla gente bisognerebbe esportare l'idea anche fuori da 
Internet. Immaginate delle bancarelle allestite nelle piazze d'Italia: 
"TUTTO GRATIS". La gente accorre, anche chi non ha mai letto un libro in 
vita sua si avvicina, perché la gratuità e la curiosità sono gli unici 
strumenti per avvicinare alla cultura chi ne è allergico.
Dicevo: bancarelle. Bancarelle molto particolari: piene di fogli bianchi.
La persona consulta un elenco (opere senza copyright: pensate a tutte quelle 
messe on-line anche da Liber Liber; oppure opere sotto CC), sceglie uno o 
più testi ed ha 2 possibilità: 1) lasciare il proprio indirizzo e-mail, al 
quale saranno inviati i links da cui scaricare i vari testi; 2) chiedere la 
stampa del testo. Ma i metodi divulgativi sono tanti: pensate anche alla 
possibilità di distribuire cd. E quanto costerebbe un progetto di questo 
tipo? Poco: un computer, una stampante, tanto inchiostro, tanta carta e 
tanti cd. Si tratterebbe di iniziative ampiamente sostenibili da qualsiasi 
amministrazione locale italiana (e al tempo stesso si potrebbero spiegare 
alle persone tante cose interessanti: sarebbe un bellissimo modo di fare 
informazione). Che ne dite di incominciare a discutere di questa sorta di 
"giornata nazionale per la liberazione del libro"? :) 


> In queste settimane stiamo cercando di venire a capo del problema delle 
> licenze.

Al di là delle modifiche da fare qua e là, c'è una questione di fondo di cui 
dovete essere consapevoli: una licenza CC, di per sé, non garantisce nulla. 
Se volete che la licenza possa davvero tutelarvi (nel modo che riterrete 
opportuno), occorre una prova legale che vi attribuisca la paternità 
dell'opera e che, in relazione alla creazione dell'opera, faccia riferimento 
ad una data certa. Scegliete tra: editoria e SIAE. Ma siccome il vostro 
lavoro è un work in progress ci sarebbe una strada molto più agevole: 
Copyzero (www.copyzero.org). Copyzero vi dà la possibilità di apporre una 
marca temporale nuova ogni volta che l'opera subisce un piccolo cambiamento. 
*In questo modo è possibile tutelare i lavori che si sviluppano coralmente e 
giorno per giorno*. 

Saluti (cc)opernicani, Nicola. 

________________________________________ 

« Se fosse stato possibile che la creazione concreta o l'adattamento 
risultante dagli sforzi di un singolo individuo fossero utilizzati 
contemporaneamente da tutti gli individui, la presa di coscienza di questa 
possibilità, lungi dall'essere presa a pretesto dalla legge per impedire 
l'uso di questa cosa senza il permesso del suo creatore o adattatore, e 
lungi dall'essere considerata dannosa per qualcuno, sarebbe stata salutata 
come una benedizione per tutti - in breve, sarebbe stata vista come una 
delle più fortunate caratteristiche della natura delle cose ». 

Benjamin R. Tucker (1854-1939) 




Maggiori informazioni sulla lista cc-it