[Cc-it] Patentzero

Alberto Gilardi alberto_gilardi a libero.it
Mer 15 Set 2004 14:17:24 EDT


Fabrizio Pollastri wrote:

> <omissis>

Premessa:
Le innovazioni nel settore del software "in quanto tali", sono 
"formalmente" escluse dalla brevettabilità nell'Unione Europea, 
dall'art. 52, lett. E della Convenzione di Monaco. Tuttavia, in seguito 
alla prassi invalsa presso l'EPO di rilasciare sempre più brevetti per 
"invenzioni di software", e di fronte al caos giuridico sorto 
conseguentemente, per cui in alcuni paesi UE il software era considerato 
brevettabile, mentre in altri no. Da qualche anno la Commissione Europea 
ha intrapreso un procedimento di codecisione per addivenire ad una 
direttiva che inserisca il software tra i trovati brevettabili.
A prescindere dall'esito di questo procedimento, il dibattito economico 
sull'ammissibilità del software alla tutela brevettale è tuttavia ancora 
molto aperto. In ambito giuridico invece, la dottrina italiana ed 
europea maggioritaria non sembra avere obiezioni all'inclusione del 
software tra i trovati brevettabili.

> Se voglio evitare che successivamente qualcun'altro lo reinventi e lo 
> brevetti, l'unico modo (chiedo conferma agli esperti in lista) e' 
> quello di renderlo pubblico.

Quindi ammettendo che il software sia brevettabile...
Sì, ma non è necessario "Patentzero", per invalidare un brevetto è 
sufficiente dimostrare che all'epoca in cui fu redatta domanda di 
brevetto, il trovato si trovava già nello stato della tecnica.
Se rendi pubblico il tuo trovato, e sei in grado di dimostrare la 
paternità e l'anteriorità rispetto al brevetto, non hai bisogno d'altro. 
Copyzero, sotto questo profilo può essere una utile risorsa.
Ti segnalo tuttavia un problema, che è la causa dell'avversione verso i 
brevetti software da parte del movimento FLOSS: quasi tutti gli 
algoritmi-base (compresi molti palesemente banali) sono già stati 
brevettati.
Il problema pertanto è che se rendi pubblico un tuo software dovresti 
prima pagare un esperto perché compia lunghe e laboriose ricerche al 
fine di verificare che il tuo algoritmo non violi un brevetto già 
depositato.
In tal caso ci sono 3 alternative:

   1. inventing around (aggirare il brevetto, se possibile);
   2. accordo di licenza;
   3. dimostrare l'invalidità del brevetto.

Tutte queste opzioni non sono certo economiche, (richiedono sempre la 
presenza di un legale esperto nel settore), ma se il trovato è davvero 
innovativo e c'è una concreta possibilità di licenziarne lo 
sfruttamento, spesso (ma non sempre) il gioco vale la candela.

Un saluto,

-Alberto Gilardi-






Maggiori informazioni sulla lista cc-it