[Cc-it] questioni di cui ignoro la risposta

tom montrellune a teatre.com
Ven 10 Set 2004 15:09:48 EDT


Secondo me bisogna scindere due momenti differenti:
da un lato c'è l'evoluzione fisiologica che porta dalla produzione del brano alla sua commercializzazione (se così s'è voluto), dove nessuno compie attività di plagio, ma dove vi è un oggettivo problema nella corresponsione dei diritti agli autori, come magari quando passa alla radio il brano tot volte al giorno, in varie fasce orarie, e magari i compensi vanno divisi tra autore testo, melodia e produttore.
La stroria dei 24esimi siae, lungi dall'essere una soluzione acettabile, è una forma. Io credo che sia nostro compito escogitarne un'altra.
Certo che per esempio nei p2p è semplice pensare a come garantirsi dei guadagni, con marchiature di vario tipo, ossia con DRM. Ma la medicina rischia di essere peggiore della malattia.

Altro aspetto è l'evoluzione patologica del fatto, ossia io passo il brano e qualcun'altro me lo plagia, o lo riproduce senza mia autorizzazione nel rispetto dei termini delle licenze cc.
In questo  caso ricorrere a avvocati vari è una soluzione che si prospette sia usando il metodo classico sia quello champenoir ehhh, sia quallo innovativo di copyzero ;-)
Ovviamente in questo secondo caso l'utilizzo creativo di strumenti giuridici ideato da copyzero rasenta i limiti della genialità e ci da l'esempio di come a volte alcuni strumenti li si possa utilizzare a prescindere da chi li ha generati.

Per il primo punto ribadisco le mie perplessità e credo che sia necessario, ora o poi, inserire tale dibattito nelle nostre priorità (magari dopo aver rispettato le prossime scadenze).

Tom





Nicola wrote:

Usare la SIAE come "partner commerciale" pu essere accettabile: io ti pago 
e tu fai la guardia ai miei diritti patrimoniali (anche se i controlli della 
SIAE sono molto limitati e, con l'avvento del P2P, destinati ad incontrare 
difficolt insormontabili). Quello che trovo inaccettabile  il fatto che si 
debba ricorrere alla SIAE anche per la mera tutela dei diritti morali: 
quante persone tra quelle che depositano sono dentro al mercato? Una piccola 
parte. Tuttavia, tanto per chiarire, non  che l'unico modo per difendere i 
diritti patrimoniali sia quello di rivolgersi alla SIAE.
Se, ad esempio, mi accorgo che qualcuno ha plagiato il mio brano (e 
certamente non  la SIAE che me lo viene a dire), se l'ho depositato in SIAE 
andr dall'avvocato con il certificato di registrazione SIAE; se ho 
utilizzato Copyzero, ci andr con la mia opera firmata digitalmente: il 
risarcimento danni (lucro cessante, danno emergente) pu essere richiesto ed 
ottenuto in entrambi i casi.
Allora dico: partiamo dalle cose semplici, da quello che possiamo ottenere 
con le nostre forze, e poi andiamo sul complesso, su quello che possiamo 
ottenere con la disponibilit degli altri. Nel mentre: informiamo, 
informiamo, informiamo e usciamo dalla torre d'avorio. 

Saluti (cc)opernicani, Nicola. 


_____________________________________________________________
<---o0o--->
Aconsegueix el_teu_email a teatre.com gratuÏtament a http://teatre.com
 :-))-:



Maggiori informazioni sulla lista cc-it