[Cc-it] questioni di cui ignoro la risposta

tom montrellune a teatre.com
Gio 9 Set 2004 13:18:11 EDT


In poche mail abbiamo raggiunto il punto scottante:
se uno volesse rilasciere l'opera sotto cc avrebbe la protezione legale che ogni creazione di un'opera fornisce. Se per esempio la sento passare su una radio commerciale e io avevo detto no-commercial posso far causa alla radio.
Ma chi è in grado di controllare tutto questo, chi è realmente in grado di sapere se in qualunque bar che venda alcolici (o analcolici) in ita o all'estero, (e in qulunque delle altre mille circostanze ipotizzabili) ci sia una violazione della licenza sulla mia opera? Al momento solo la siae.
Finchè non vi sia un'altra struttura, oppure qualche profiquo scambio di opinioni non dia i suoi frutti
non vedo una soluzione a portata di mano riguardo alla gestione dei diritti patrimoniali.

E si ripresenta forse una questione già discussa: e utile e attuale creare un gruppo (perchè magari non tutti sono interessati, è una formalità informale) che si dedichi a analizzare questi aspetti?
Sicuramente con tutti gli autori e editori (?) siaeofobi in lista si potrebbero raccogliere informazioni in poco tempo.

Tom

_____________________________________________________________
<---o0o--->
Aconsegueix el_teu_email a teatre.com gratuÏtament a http://teatre.com
 :-))-:



Maggiori informazioni sulla lista cc-it