[Cc-it] Re: Una web radio per la nostra comunit à: per essere tutti presenti

Nicola Alcide Grossi copernico a larivoluzione.it
Mar 19 Ott 2004 06:31:34 EDT


> Per trasmettere un segnale radio in internet occorre un microfono (una 
> sorgente di input) e un software per lo streaming (ce ne sono a decine) e un 
> server che trasmetta il segnale a cui collegarsi.

Già, ma precisiamo per i non addetti: la radio sta su un cd.
Il server può essere anche un banalissimo portatile che gira per l'Italia 
oppure un qualsiasi computer disponibile nel luogo della conferenza. 


> Per fare intervenire in diretta gli ascoltatori, oltre il sistema delle mail 
> che non richiede altro che un client di posta qualsiasi, ci sono altri modi 
> forse meno macchinosi. Noi abbiamo sviluppato un'interfaccia web (sul tipo di 
> una chat) nella quale gli ascoltatori scrivono i messaggi e noi li leggiamo in 
> tempo reale.

Sì, certo, anche Red Ronnie faceva così. :-)
Il fatto è che la chat è molto più dispersiva ed a volte entrano dei 
disturbatori che richiedono moderazione e complicano la lettura. Inoltre, le 
e-mail possono essere inviate con facilità anche dai cellulari (si possono 
utilizzare anche gli sms... ). 

 

> Per quanto riguarda la nostra radio siamo assolutamente disponibili a dare 
> spazio ad iniziative come quella di Torino (alla quale pensiamo di partecipare 
> anche fisicamente) ed ad altre future.

Bella notizia: darete la diretta? Nel qual caso, potete confermarci la 
notizia qui (indicando le vostre frequenze)? 


> Penso che per iniziare possa essere una buon appoggio anche perchè tirare su 
> una web-radio per un unico evento mi sembra un dispendio di energie.
> Se poi ci fosse un evoluzione tale da aver bisogno di palinsesti e 
> trasmissioni continuativi si può pensare a una nuova radio.

Beh... se una persona non sa come si fa è un dispendio di energie... ma per 
fare di un pc una web radio bastano pochi minuti. Il problema è piuttosto 
avere un pc nel luogo dell'incontro. Se non c'è il pc o non c'è il 
collegamento ad Internet (nemmeno via wireless), si potrebbe registrare 
l'audio e archiviarlo per la radio. Del resto anche l'archivio è importante, 
forse ancora di più della diretta, che non tutti possono seguire. 


>> > probabilmente le cose si possono combinare, nel senso che la diretta 
>> > puo' essere trasmessa da piu' webradio. comunque sia, buon lavoro ;)

Beh, in questo caso il troppo non stroppia. 


> All'interno del circuito di radio autistici è capitato più volte di 
> ritrasmettere il segnale di altre radio che stavano trasmettendo convegni o 
> trasmissioni di particolare interesse, chiedere non costa nulla...

Ok, se voi non ci sarete e la nostra webradio ci sarà, vi chiederemo di 
ritrasmettere il segnale. Potremmo chiedere a tutte le radio non presenti ed 
interessate all'evento di ritrasmettere il nostro segnale.
In questo caso sarebbero possibili anche interventi telefonici.
Ripeto, ai non addetti tutto ciò può sembrare complicato: in realtà è molto 
più semplice di quanto si possa pensare. 


Saluti (cc)opernicani, Nicola. 

________________________________________ 

« Se fosse stato possibile che la creazione concreta o l'adattamento 
risultante dagli sforzi di un singolo individuo fossero utilizzati 
contemporaneamente da tutti gli individui, la presa di coscienza di questa 
possibilità, lungi dall'essere presa a pretesto dalla legge per impedire 
l'uso di questa cosa senza il permesso del suo creatore o adattatore, e 
lungi dall'essere considerata dannosa per qualcuno, sarebbe stata salutata 
come una benedizione per tutti - in breve, sarebbe stata vista come una 
delle più fortunate caratteristiche della natura delle cose ». 

Benjamin R. Tucker (1854-1939) 




Maggiori informazioni sulla lista cc-it