[Cc-it] Re: "moral rights" (da cc-licenses)

Nicola Alcide Grossi copernico a larivoluzione.it
Mer 6 Ott 2004 14:22:52 EDT


pinna Scrive: 

> qualcosa non mi torna.
> nell'elenco che hai mandato sono inclusi gli USA, ma se non sbaglio
> negli USA il public domain esiste di norma e di fatto. 
> 
> ciao
> pinna
 

Ecco, grazie Pinna, così mi aiuti a spiegare meglio. Ho sempre poco tempo 
per fare i miei interventi e a volte li sintetizzo troppo (mi ero comunque 
ripromesso di riprendere il discorso).
Il "public domain" in USA esiste per il semplice fatto che in USA il diritto 
morale d'autore non esiste (non è contemplato in nessuna norma).
Quindi agli USA la norma della Convenzione che disciplina i diritti morali
non si applica.
Essendo possibile rinunciare al diritto patrimoniale, accade che se uno 
statunitense rinuncia ad esso l'opera va automaticamente sotto "public 
domain", mentre per gli altri paesi resta il diritto morale e di "public 
domain" non si può parlare. Ora è più chiaro? :)
Scusate ma scrivere in lista e lavorare è anche per me un'impresa (e la 
notte ragiono male :D). 


Saluti (cc)opernicani, Nicola. 

________________________________________ 

« Se fosse stato possibile che la creazione concreta o l'adattamento 
risultante dagli sforzi di un singolo individuo fossero utilizzati 
contemporaneamente da tutti gli individui, la presa di coscienza di questa 
possibilità, lungi dall'essere presa a pretesto dalla legge per impedire 
l'uso di questa cosa senza il permesso del suo creatore o adattatore, e 
lungi dall'essere considerata dannosa per qualcuno, sarebbe stata salutata 
come una benedizione per tutti - in breve, sarebbe stata vista come una 
delle più fortunate caratteristiche della natura delle cose ». 

Benjamin R. Tucker (1854-1939) 




Maggiori informazioni sulla lista cc-it