[Cc-it] Re: AGNULA e CC: il problemone dei diritti connessi

Thomas thomas.margoni a creativecommons.it
Mer 24 Nov 2004 17:51:23 EST


Nicola Alcide Grossi wrote:

> Thomas Scrive:
>
>>
>>>
>>> La domanda è: senza mettere sotto licenza anche i diritti connessi, 
>>> su quali basi è possibile distribuire quella musica su Internet e su 
>>> quali basi gli utenti hanno diritto a scaricare quella musica? Sul 
>>> buon senso? :)
>>> Sull'ignoratia legis? Ignoratia lex non excusat. :D
>>> C'è un problemone, signori, sono i diritti connessi: come lo 
>>> risolviamo?
>>> Le PI non possono risolverlo perché, come sapete, adottano parametri 
>>> talmente rigidi che non sono ammesse modificazioni sostanziali della 
>>> licenza. Glorioso che dice?
>>
>>
>> Mi riferivo proprio a questo genere di domande, percui se qualcuno sa 
>> dare risposta è pregato di farlo.
>> tom
>
>
>
> La risposta è nella domanda: occorre una licenza in cui il licenziante 
> dichiara di essere il titolare dei diritti connessi e di rinunciare al 
> loro esercizio esclusivo. Non ci sono altre soluzioni.
> Una licenza come la licenza di cui si parla qui:
> http://lists.ibiblio.org/pipermail/cc-it/2004-November/001628.html
>
> Ma, come ho già detto, una licenza del genere non è nello spirito 
> delle CC, e non è nell'area operativa delle PI. Era forse in quei 
> "nostri diritti d'autore ideali" per i quali io e pochi altri abbiamo 
> cercato, *invano*, una strada possibile.
> E' da mesi che batto questo punto: ma davanti ho trovato un muro di 
> gomma e davanti ad un muro di gomma ("le PI non esistono", dice 
> Messina: ecco, su questo ha ragione) mi sono fermato e ho detto: 
> quello che non vuoi fare tu, lo faccio io.

Non sono sicuro di aver capito l'ultima riga, ma poco importa, quello 
che dici è vero ed importante. Guardai la licenza ci copyzero cuando fu 
inviato il mess che tu citi sopra, ed in vari punti la ho trovata più 
raffinata delle cc.

Siccome la funzione del sito cc.it è quella di tradurre il sito cc.org e 
aggiungere quelle tematiche particolari italiane, non vedo il problema 
nel discutere in lista, o sulle news, o dove sia di ulteriori strumenti 
di libertà, soprattutto se per alcuni versi sembrano meglio adattarsi 
alla situazione nostra.

tom



Maggiori informazioni sulla lista cc-it