[Cc-it] Re: Cos' un'opera derivata?

SM ragla a radiogladio.it
Dom 14 Nov 2004 09:02:44 EST


Salve,
per ingarbugliare ancora la questione vorrei fare presente che la frase:

>Io prendo una foto la modifico del 20% e dico che  una mia opera.

Contiene un seme di imprecisioone che potrebbe 
causare confusione. Faccio un esempio musicale 
che e' piu' chiaro. L'opera, in musica, e' lo 
spartito e il testo. Su questi elementi valgono 
tutti i discorsi sulle elaborazioni, i 
cambiamenti, etc. Vi ricordo tra l'altro che la 
Siae prevede e tutela alcune elaborazioni 
musicali come per esempio la parodia o la 
variazione sul tema.

Invece nel caso di un "master", e cioe' di un 
supporto su cui sono registrati quel testo e 
quella musica il discorso e' totalmente diverso. 
Si tratta di un manufatto industriale che sfugge 
quasi completamente alle regole del diritto 
d'autore. Quindi se io posso creare un'opera 
derivata da una gi esistente (come nel caso di 
una parodia), lo stesso discorso NON vale se 
questa parodia io la faccio utilizzando elementi 
del master; in questo caso si parla di 
riproduzione fonografica non autorizzata e non 
esiste nessuna percentuale ammessa: se e' udibile 
i proprietari del master possono chiedere soldi.

Vale anche la pena di precisare che il titolare 
dei diritti d'autore, appunto l'autore, e il 
titolare del master possono essere soggetti 
diversi. Se io ad esempio registrassi (nel mio 
studio) una mia versione di Pensieri e parole, 
ecco come sarebbero ripartiti i vari diritti:

a) musica: L. Battisti
b) testo: Mogol
c) editore: Edizioni Ricordi
d) proprieta' del master: sergio messina al 100%

Non solo ma, essendo l'opera edita, posso farne 
una versione senza chiedere ne' ad a ne' a b ne' 
a c. Se qualcuno utilizzasse degli elementi di 
questa mia registrazione per una nuova opera 
dovrebbe pagare Mogol, Battisti e Ricordi (nel 
caso in cui si tratti di una versione di Pensieri 
e Parole o comunque il tema originale sia 
udibile) con una percentuale sui diritti 
(attraverso la Siae) ma soprattutto me per l'uso 
della registrazione (con una trattativa diretta). 
Questa  la prassi che si e' adottata per l'uso 
di campionamenti.

Ecco perche' l'esempio della foto non e' chiaro. 
Volendo puoi rieseguire una celebre fotografia 
(che poi e' tua al 100%), ma se usi lo scatto 
originale credo che non importa di quanto lo 
cambi, stai sempre usando un manufatto di 
propriet altrui (nel caso di una foto per 
esempio, i diritti potrebbe essere di un'agenzia 
a cui il fotografo l'ha venduta, o di una rivista 
che gliel'ha commissionata e pagata). A meno che 
la foto non sia stata pubblicata con una licenza 
CC.

Ecco perche' l'operazione Compact Wired/CC vede 
sicuramente coinvolte le case discografiche. Non 
solo questi artisti compaiono in veste di autori 
(testo e musica), ma le loro canzoni, essendo 
registrate, sono anche manufatti. E perfino nel 
caso di registrazioni effettuate a proprie spese, 
sussistono contratti di esclusiva che prevedono 
diciture come: Gilberto Gil appears courtesy of 
Warner Music (che non e' esattamente Babbo Natale 
o nemmeno Lawrence Lessig). Se guardate qui 
http://creativecommons.org/wired/ quella dicitura 
ce l'hanno tutti.

E mi piacerebbe vedere che dice lo small print del CD: qualcuno ce l'ha?

S



Maggiori informazioni sulla lista cc-it