[Cc-it] Re: risposta ultraveloce

Walking Jew walking_jew a email.it
Sab 13 Nov 2004 08:50:17 EST


creatives, in data sabato 13 novembre 2004, alle ore 14.36, hai scritto:

cac> walking_jew at email.it scrive:
cac> 1 non vanno pagati gli autori delle stesse perche'
cac> hanno rilasciato tutto come free 

cac> Danilo Moi risponde:
cac> Anzitutto dipende dalla licenza.
cac> Ti faccio notare poi, banalmente, che "free" non significa "gratis".
cac> ma scusa...ma che "copyleft" è sinonimo di "farsi sfruttare"?
cac> Mi scuso per se il "tono" dell'email di precedente è stato un po'
cac> "drastico", ma è un punto fondamentale. 

cac> Per quanto concerne le creative commons:
cac> Tutte le creative commons prevedono la libera diffusione su media non
cac> commerciali, *alcune* (come la semplice attribution) anche su media
cac> commerciali.
cac> Tutelare un'opera con una licenza Creative Commons **non significa**
cac> rifiutare i propri diritti economici!
cac> Significa bensì tutelare i propri diritti economici in maniera ancora più
cac> forte, con una differenza sostanziale: non "reclamo" i miei diritti
cac> economici a chi di soldi non ne ha!! :-) (tanto non ne ha, che perdo tempo a
cac> chiederglieli?) 

cac> Se di soldi ne ha ***DEVE PAGARE*** e pagare salato, non il 10 per cento
cac> (come ad esempio nei contratti medioevali che le case editrici fanno
cac> firmare...la mezzadria prevedeva il 50%, non so se mi spiego) ma, poichè è
cac> l'autore che decide tutte le modalità, è l'autore che decide **quanto farsi
cac> pagare***.
cac> Tutelare un'opera con una licenza cc significa affermare: "guardate signori
cac> editori: io pubblico le mie opere come mi pare, se volete pubblicarmi
cac> seguite determinate regole, non rubatemi i miei diritti e pubblicate
cac> prevedendo la possibilità che io pubblichi contemporaneamente anche da
cac> qualche altra parte perchè ***l'opera è mia e non vostra***"
cac> ...qualche contratto prevede oggi la possibilità di pubblicare 
cac> contemporaneamente con più editori?
cac> (aumentando la possibilità di "vendere") 

hai perfettamente ragione, solo che stiamo cercando di porre l'enfasi
su due cose diverse. Io sto cercando di capire fino a che punto e'
dovuto pagare la SIAE. Quindi per praticita' non sviscero il discorso
CC e inizio dalla licenza piu' free che esista. poi piano piano avrei
visto i vari casi. Quello che dici tu e' giustissimo, ripeto, pero' la
mia domanda continua a scassinarmi il cervello e dopo 3 mesi (ho
contattato anche la siae stessa!!!) NESSUNO sa dirmi un si o un no con
sicurezza. e' incredibile! (non che nessuno sappia rispondermi, ma che
la questione sia cosi' ingarbugliata)


di nuovo: posso lucrare con della musica free senza dare un becco di
un quattrino alla  siae? facciamo conto che l'abbia presa da un sito
americano e la licenza di sfruttamento di questa musica sia totale.
posso o no?

La questione non e' semplice come sembra: se posso aprire un web radio
con questa musica non vedo perche' non possa fare un diffusione in
pubblico senza dare un quattrino alla siae, fino ad arrivare ad una
discoteca di musica free...


Chi mi sa rispondere?




 
 
 --
 Email.it, the professional e-mail, gratis per te: http://www.email.it/f
 
 Sponsor:
 Logos Finanziaria SPA. Società di credito ad erogazione diretta. Fino a 30.000 euro in 24 ore! Clicca e scopri come
* 
 Clicca qui: http://adv.email.it/cgi-bin/foclick.cgi?mid=2909&d=13-11



Maggiori informazioni sulla lista cc-it