[Cc-it] Re: effetti paradossali di CC

SM ragla a radiogladio.it
Gio 11 Nov 2004 13:33:32 EST


Danilo Moi risponde:

>Protette bene però...

commenta lo zio RadioGladio:

Distinguiamo i due discorsi:

Proteggere TUTTO e' sbagliato, politicamente e 
culturalmente. Possiamo scherzarci finche' 
vogliamo ma il problema e' serio e reale. Ho 
visto disclaimer in siti di ragazzini con dentro 
la foto del loro gatto, e questo e' solo 
l'inizio. Il copyright (o la licenza CC) sui 
messaggi email privati e' un altro esempio di 
esiti ridicoli della iperprotezione. Se 
l'obiettivo di CC fosse di estendere la riserva 
di alcuni diritti a tutti i campi dell'agire 
umano, non solo non parteciperei a questa 
iniziativa ma cercherei di boicottarla.

Invece sul buon Nietzsche:

Credo che dobbiamo immaginare un futuro in cui la 
licenza CC diventi una opzione valida e 
praticabile, ma non penso che la stragrande 
maggioranza degli autori la usera'. Moltissimi 
miei colleghi sono felici con lo status attuale e 
tutti i diritti riservati.

Pero', siccome scherzare piace anche a me:

Una volta, ad un cantante che intendeva 
proteggere ossessivamente la propria (modesta, 
marcescibile) opera, ho detto: "Guarda che ha 
stare con le chiappe troppo strette magari 
nessuno ti incula, ma poi non cachi piu'".

NB: Questo aneddoto è di libera circolazione.

Scusate l'immagine forte
SM


>ragla at radiogladio.it scrive:
>volevo sottoporvi un interessante tema di
>riflessione circa CC e l'effetto collaterale
>paradossale che questa licenza potrebbe generare,
>e certamente generera': la moltiplicazione dei
>generi di cose protette.
>Danilo Moi risponde:
>Protette bene però...
>ragla at radiogladio.it scrive:
>Se ci si riflette infatti, si scopre
>che il concetto stesso di Cultura si basa proprio
>sul fatto che io possa dire: "Sostiene Nietsche"
>e "Ribatte Schopenauer".
>Danilo Moi risponde:
>Giusto.
>Però non puoi pubblicare liberamente Nietsche sul tuo sito e diffonderlo.
>(forse l'esempio di un pensatore vivente 
>calzerebbe di più, teniamo buono l'esempio 
>Nietzsche)
>E cosa succede?
>Succede che potrai solo avere una "citazione" di Nietzsche e non l'originale.
>Ne viene un fuori una cultura del "sentito 
>dire". (la nostra cultura infatti è così)
>Se poi il "sentito dire" si configura (per 
>continuare con l'esempio) nella lettura di 
>Nietzsche da parte di una cialtrona incompetente 
>(sua sorella in questo caso) il povero Friedrich 
>diventa il "padre spirituale" del Nazismo e per 
>di più la gente comincia anche a crederci.
>tu pensa...se le Creative Commons fossero state 
>inventate prima non ci sarebbe stato il 
>nazismo:-) :-)
>Un saluto
>Danilo Moi
>danilomoi at creativecommons.it
>_______________________________________________
>Cc-it mailing list
>Cc-it a lists.ibiblio.org
>http://lists.ibiblio.org/mailman/listinfo/cc-it



Maggiori informazioni sulla lista cc-it