[Cc-it] Re: Pubblicazione CD con Licenza CC]

Nicola Alcide Grossi copernico a larivoluzione.it
Ven 5 Nov 2004 05:30:02 EST


Sergio Messina scrive: 


>La differenza con gli US e' proprio qui': loro considerano il diritto >d'autore una forma di diritto industriale, mentre per noi il diritto >d'autore, prima che essere economico e' morale (si chiama proprio cosi': >diritto morale) e serve ad impedire che un mio brano vada a finire in uno >spot Nike, se io non voglio. Questo diritto e' inalienabile e la legge mi >protegge: questo meccanismo ovviamente puo' essere buono o cattivo a >seconda se l'autore e' stronzo o meno. 

> Il problema e' che tra l'america e l'europa c'e' una differenza, e
> cioe' che qui esiste il diritto d'autore mentre in america e' tutto
> copyright (per dirla grossolanamente). Ecco come mai i Negativland mi
> sono antipatici (e abbiamo discusso anche pubblicamente su questo):
> perche' pensano anche loro che tutto il mondo sia l'america, vengono
> qui e ci dicono come dobbiamo fare (con quelle facce la'). qui e'
> diverso. Lo sforzo e' quello di armonizzare la buona (ma vecchia)
> idea del "meno copyright" con la concezione europea di autore (che
> non e' per niente malvagia, anzi).
 

Informo Sergio, ma anche chi sia arrivato da poco e sia interessato 
all'argomento, del fatto che di questi temi si Ŕ giÓ discusso in lista e 
addirittura sono state fatte alle PI precise proposte di modifica della 
licenza. Magari, dando un'occhiata agli archivi di settembre-ottobre trovate 
qualcosa di interessante. 


Saluti (cc)opernicani, Nicola. 

___________________________________ 

e-mail: nicola.grossi at creativecommons.it 





Maggiori informazioni sulla lista cc-it