[Cc-it] Re: Pubblicazione CD con Licenza CC]

S*phz scarph a autistici.org
Mar 2 Nov 2004 11:57:17 EST


>> S*phz Scrive:

>> Il diritto d'autore, nell'accezione che fino ad oggi ci hanno 
>> propinato la SIAE e le multinazionali del disco o dell'editoria, e' 
>> un diritto esclusivo e inalienabile che crea delle restrizioni 
>> inoppugnabili
>> (...tutti i diritti riservati). Le licenze Creative Commons, prendendo 
>> spunto dai movimenti del Free Software e dell Open Source, sono una 
>> forma flessibile di diritto d'autore, danno la possibilita' di 
>> riservare soltanto alcuni diritti, utilizzando la stessa legislazione 
>> che tutela il classico diritto d'autore per far circolare liberamente 
>> un'opera. Questo permette di fare a meno di quelle istituzioni come la 
>> SIAE che prevedono una chiusura totale dell'accesso libero ad 
>> un'opera da parte del pubblico e che si autoproclamano uniche 
>> depositarie della garanzia del rispetto del diritto d'autore. 
> 
>Nicola Alcide Grossi ha scritto: 
> 
> Piccola precisazione: la SIAE è compatibile con le CC e le CC non sono 
> un'alternativa alla SIAE. Le CC sono un'alternativa all'"All rights 
> reserved", di cui la SIAE non è fonte, ma "garante".
> Un'alternativa alla SIAE sono invece i metodi di "autogaranzia".
> Spesso si dice che una licenza CC tutela l'autore: no, l'autore non è 
> tutelato né con la licenza né senza la licenza.
> Semplicemente l'autore ha dei diritti (anche senza la licenza) e con la 
> licenza esercita attività di disposizione di tali diritti.

Infatti, sono perfettamente d'accordo con te.
Ma cio' non toglie che, almeno in Italia, il principale colpevole del
sinonimo diritto d'autore = Siae e' la Siae stessa, i musicanti papponi
e le case discografiche.
Scegliendo una licenza CC abbiamo appunto deciso di scegliere quali
diritti riservarci.
Quindi, sono d'accordo con te, e' la parola *tutela* che non sconfinfera
in tutto il discorso...
sostituisco :
utilizzando la stessa legislazione *che tutela *il classico diritto
d'autore
con:
utilizzando la stessa legislazione *sul* classico diritto d'autore?

> Tutelare questi diritti ("garantirli") significa, rivolgersi alla SIAE o 
> ad altri "garanti".
> Se tu vuoi fare soldi e sei nella condizione di poterli fare, la SIAE 
> può essere un buon "partner commerciale", se non vuoi fare soldi o non 
> sei nella condizione di poterli fare, allora la SIAE rappresenta 
> soltanto una "tassa" sui tuoi diritti.

Infatti, la seconda che hai detto! :-)
Non siamo nella condizione di fare una ''breccola'', ma soprattutto non
vogliamo assolutamente una garanzia mafiosa sui nostri diritti e quindi
gridiam in coro: SIAE vaff..... :-)
S*phz





Maggiori informazioni sulla lista cc-it