[Cc-it] Re: Deposito obbligatorio dei documenti destinati all'uso pubblico

pinna pinna a autistici.org
Mar 25 Maggio 2004 08:33:02 EDT


creatives a attivista.com, Tue, May 25, 2004 at 02:02:43PM +0200:
> Pinna scrive:
> rimango dell'idea che CC non sia particolarmente toccato da questa legge
> piu' di quanto non lo siano i responsabili di qualunque altro sito al
> mondo.
> http://lists.ibiblio.org/pipermail/cc-it/2004-May/000407.html 
> 
> Danilo Moi risponde:
> Non credo le cose stiano così.
> Tu stesso hai scritto:
> "sarebbe interessante ragionare su questa proposta (assurda, per com'e'
> >impostata) da un punto di vista opposto: l'archiviazione (e
> >indicizzazione) di tutte le opere pubblicamente rilasciate sotto una 
> >licenza libera e' una cosa assolutamente auspicabile"
> http://lists.ibiblio.org/pipermail/cc-it/2004-May/000394.html 
> 
> Il motivo di una eventuale "presa di posizione" sul deposito legale di 
> creativecommons.it è proprio questo.
> cosa sono le creative commons se non "forme di licenza libere"? 

certo: mi riferivo alle creative commons, e credo tuttora che discutere 
possa essere interessante:
quello su cui sono perplesso e' il fatto che questa lista si metta a
scrivere comunicati :)

ho anche alcuni dubbi sulla compatibilita' tra un comunicato di questo
tipo e il messaggio di Marco Ricolfi del 16 aprile
  http://lists.ibiblio.org/pipermail/cc-it/2004-April/000283.html
ma non sta a me decidere in merito



> Pinna scrive:
> inoltre personalmente non mi sembra che siamo gia' in grado di scrivere
> comunicati su questioni come questa, visto che siamo ancora molto
> indietro rispetto agli obiettivi fondamentali di questa lista. ma anche
> questa e' solo una mia impressione 
> 
> 
> Danilo Moi risponde:
> Non sono d'accordo.
> Considerata la stupidità della legge in questione (e non vado oltre) penso 
> si possa affermare che è ben facile "essere in grado" di critircarla in 
> maniera sensata.
> Non siamo noi a "non essere in grado", è chi ha scritto quella legge (ed 
> altre simili) che non dovrebbe ricoprire la funzione che ricopre. :-)

i miei dubbi sono di metodo: questa lista deve scrivere comunicati?


inoltre, vorrei spiegare meglio il mio pessimismo:
questa lista dovrebbe essere luogo di redazione collettiva di una 
traduzione/adattamento delle licenze CC - nonche' luogo di relazione tra
il project lead e le partner institutions da un lato, e la comunita' di
persone interessate alle licenze dall'altro. 
secondo me questo non e' ancora avvenuto (per il primo punto si veda la 
scarsita' di contributi alle traduzione delle licenze; per il secondo, 
gli archivi della lista e i pochi esempi di interazione tra i soggetti 
coinvolti). mi sembra che non ci sia nulla di male nel riconoscere 
che questa mailin list non rappresenti (ancora?) una comunita'
unitaria, e che il lavoro ancora da fare sia molto. di conseguenza, mi
pare che un comunicato sarebbe poco significativo, e che dovremmo prima
continuare a lavorare sui nostri principali obiettivi



> Perciò sono convinto che il comunicato debba essere pubblicato, anche per 
> "sbloccare" la nostra situazione.
> Vi invito perciò ancora a segnalare il vostro contributo a riguardo. 

esatto: non intendevo ostacolare o bloccare il dibattito, ma esplicitare 
le mie perplessita' :)

ciao
pinna



Maggiori informazioni sulla lista cc-it