[Cc-it] Bozza How to per le case editrici

Lorenzo De Tomasi lorenzo.detomasi a creativecommons.it
Ven 25 Giu 2004 04:09:00 EDT


Vi posto una prima bozza dell'howto introduttivo per le case editrici.
Tenete conto che l'ho scritto alla fine di un'estenuante giornata di 
lavoro: sono le 21:00 e sto tornando in trenino , in compagnia di afa e 
zanzare,  verso il Lido di Ostia.
Perdonate eventuali errori, mancanze o eccessi.
Vi pregherei di leggerlo e commentarlo. A breve provo a metterlo sul 
wiki di "gemelli"... forse questa voltà ci riuscirò :-P
Ci terrei molto che diventasse un lavoro collettivo.

Ciao a tutti,
Lorenzo
- - - - - - - - - - - - - - - - -

1. Sintesi delle caratteristiche delle licenze Creative Commons .

Una licenza Creative Commons (Ccpl) è un contratto (un rapporto di tipo 
privatistico) che un autore stipula volontariamente con i fruitori di 
una sua opera.
Adottando una licenza Cc un autore sceglie di rinunciare ad alcuni dei 
diritti garantitigli in automatico dal diritto d'autore, concedendo 
delle libertà di utilizzo ai fruitori della propria opera.
Le licenze Creative Commons possono essere applicate a tutte le 
tipologie di opere tutelate dal diritto d'autore, tra cui in 
particolare testi, immagini, filmati, brani musicali ecc.
L'utilizzo delle licenze è completamente libero e gratuito.

Le licenze Cc sono modulari, componibili e permettono a ciascun autore 
di scegliere tra una rosa di alternative complementari ai diritti 
d'autore, tra uno spettro di licenze che, come sfumature, si collocano 
tra i diritti d'autore completi (di default) e il pubblico dominio – 
ovvero la totale libertà di utilizzo di un'opera da parte di chiunque.
Tutte le licenze Cc permettono la copia, la distribuzione e 
l'esecuzione per fini personali e non commerciali con obbligo di 
attribuzione della paternità dell'opera nel momento in cui un'opera 
originale (o eventualmente un'opera da essa derivata) vengono copiate e 
distribuite.

In aggiunta un autore può concedere
	- il permesso di copia, distribuzione ed esecuzione (ed eventualmente 
modifica) per fini esclusivamente non commerciali, che non comportano 
profitto per i fruitori dell'opera;
	- il permesso di modifica dell'opera originale e di creazione e 
distribuzione di opere derivate;
o pretendere
	- l' obbligo di distribuzione delle opere derivate sotto una licenza 
identica a quella dell'opera originale.

Successivamente l'autore, per mezzo di un permesso esplicito, può 
scegliere a chi concedere alcune libertà non consentite dalla licenza.

2. Applicabilita' delle licenze Creative Commons  alle pubblicazioni 
stampate.

Un editore può scegliere di distribuire l'opera di un suo autore sotto 
una licenza Creative Commons.
Un possibile scenario è il seguente:
	L'autore detiene i diritti di sfruttamento economico della sua opera 
(diritti patrimoniali) e la rilascia sotto una licenza Ccpl.
	Ad esempio l'autore Lawrence Lessig ha scritto un libro intitolato 
"Free Culture" e ha scelto di tutelarlo con una licenza che obbliga 
all'attribuzione della paternità dell'opera e ne permette la copia, la 
distribuzione, l'esecuzione e la modifica per fini esclusivamente non 
commerciali. A questo punto Lessig ha stipulato con la casa editrice 
Penguin un contratto di licenza esclusiva che consente a Penguin (e 
solo a Penguin) di copiare e distribuire il libro anche per fini 
commerciali. Attualmente Penguin stampa, distribuisce e vende il libro 
specificando che Lessig ne è l'autore (attribuzione della paternità) e 
riportando al suo interno il seguente testo:

(c) Lawrence Lessig, 2004.
Free Culture is Licensed under a Creative Commons License.
This License permits non-commercial use of this work,
so long as attribution is given.
For more information about the license, visit 
http://creativecommons.org/licenses/by-nc/1.0/

ovvero, in italiano

(c) Lawrence Lessig, 2004.
Free Culture è stato rilasciato sotto una Licenza Creative Commons.
Questa licenza permette l'utilizzo non commerciale di quest'opera,
purché sia sempre attribuita la paternità dell'opera all'autore.
Per maggiori informazioni sulla licenza,
visita il sito web http://creativecommons.org/licenses/by-nc/1.0/

(È consigliabile riportare il testo completo della licenza.)

Il libro, distribuito su internet, è stato subito liberamente 
trasformato in svariati formati digitali e tradotto in molte lingue. 
Queste versioni derivate sono liberamente scaricabili dalla rete e 
modificabili da chiunque non ne tragga profitto. Crediamo che questo 
approccio contribuisca notevolmente alla diffusione dell'opera nel 
mondo e incentivi il progresso.
Pensiamo anche che un testo lungo come un saggio o un romanzo 
distribuito liberamente e gratuitamente in formato digitale, potendo 
essere valutato da un numero potenzialmente elevato di lettori, abbia 
maggiori probabilità di essere acquistato nel suo formato cartaceo, la 
cui lettura è spesso considerata molto più gradevole e funzionale.
Un romanzo conosciuto spesso viene anche consigliato ad amici o 
acquistato per essere regalato.

L'americano Cory Doctorow, scrittore di successo di racconti di 
fantascienza, ha pubblicato una sua antologia di racconti sotto una 
licenza Cc che obbliga all'attribuzione della paternità dell'opera, ne 
permette la copia, la distribuzione e l'esecuzione per fini 
esclusivamente non commerciali e non consente la modifica in alcun caso.
Soddisfatto del successo del suo esperimento, Doctorow ha pubblicato 
altre due nuove raccolte di racconti sotto la medesime licenza.
Nel 2003 la casa editrice Tor Books ha distribuito il suo romanzo "Down 
and Out in the Magic Kingdom" (http://www.craphound.com/down) sotto una 
licenza che consente anche la modifica per fini esclusivamente non 
commerciali.

[Traduciamo e alleghiamo le considerazioni di Doctorow sull'adozione 
delle licenze, contenute nella nota iniziale del libro "Down and Out in 
the Magic Kingdom"?]

3. Per approfondire.

Vi invitiamo ad approfondire la questione collegandovi ai siti web 
http://www.creativecommons.it (in costruzione) e 
http://www.creativecommons.org
Vi preghiamo di sottoporre qualsiasi vostro dubbio o domanda alla lista 
di discussione  cc-it a lists.ibiblio.org. Un gruppo di esperti 
provvederà a rispondervi e a elaborare una soluzione ai vostri problemi.




Maggiori informazioni sulla lista cc-it