[Cc-it] CC e stampa

Lorenzo De Tomasi lorenzo.detomasi a creativecommons.it
Lun 21 Giu 2004 05:31:17 EDT


Lunedý, 21 Giu 2004, alle 11:09 Europe/Rome, pinna ha scritto:

> Lorenzo De Tomasi, Mon, Jun 21, 2004 at 10:44:24AM +0200:
>>
>> Domenica, 20 Giu 2004, alle 15:58 Europe/Rome, tom ha scritto:
>>
>>> <Infatti  un'ottima occasione. Dovremmo produrre <qualcosa che possa
>>> <essere utile a tutte le case editrici interessate a <valutare
>>> l'adozione
>>> <delle Ccpl.
>>> <Chi  disponibile (oltra a me e a Pinna)?
>>>
>>> A me interessa molto (ovviamente).
>>> Al riguardo tempo fa sono stato ad un incontro
>>> tenuto da valvola su diritto d'autore e produzioni
>>> di sapere. Era di carattere abbastanza generale e
>>> intorduttivo. Comunque poi parlando con lui, si Ŕ
>>> detto interessato al nostro progetto. Lavorando lui
>>> come editore alla feltrinelli credo che sarebbe
>>> molto interessante ascoltare il suo punto di vista, anche in quanto
>>> professionista del settore.
>>> Anticipo fin d'ora che lui era moderatamente critico
>>> sulle CC per quanto riguarda gli aspetti siae.
>>> Che ne pensate?
>>
>> Ho conosciuto Raf Valvola a un incontro qui a Roma un paio di mesi fa,
>> dove ha proprio parlato della Ccpl.
>> Direi che la tua proposta di coinvolgerlo Ŕ ottima.
>> Potremmo formare una sorta di "commissione" di editori interessati 
>> alle
>> Ccpl: Stampa Alternativa, Apogeo e Feltrinelli sono tre potenziali
>> candidati.
>> Con le prime due ho contatti e si sono dimostrate interessate.
>>
>> Come ci muoviamo?
>
> quale sarebbe il senso di una "commissione"?

Con "commissione" intendo un gruppo aperto di persone che abbiano in 
comune il fatto di appartenere a case editrici interessate alle Ccpl, 
che possano affrontare insieme la questione dell'applicazione delle 
Ccpl alle opere dal loro punto di vista, confrontandosi con autori e 
fruitori delle opere.

> prima di coinvolgere *alcuni* editori , con il rischio che altri si
> sentano esclusi , e' bene almeno provare a diramare una lettera aperta
> da far pervenire agli operatori del settore. poi se ne osservano i
> risultati e si contattano gli interessati; ovviamente tra questi ci
> saranno Stampa Alternativa, Apogeo e Feltrinelli, che hanno gia'
> dimostrato interesse

Concordo sulla lettera aperta. Ovviamente gli *alcuni editori* erano 
solo indicazioni di un punto di partenza, ovvero gli editori con cui 
abbiamo fin da subito contatti e che hanno giÓ dimostrato interesse.

> in questa fase puo' essere utile cercare la collaborazione di un
> giornalista, per il quale potrebbe essere interessante
> intervistare un editore su questo argomento, e che allo
> stesso tempo puo' probabilmente recuperare (con maggior
> facilita' rispetto a noi) una lista di editori da contattare.

Concordo. Io conosco personalmente Arturo Di Corinto, che Ŕ in ottimi 
rapporti con Scelsi di Feltrinelli e Maurizio Torrealta di Rainews24.
Conosco anche Stefano Lamorgese di Rainews 24.
Posso provare a chiedere se possono essere interessati.
Prima per˛ aspetto i vostri contatti e pareri.

> riassumendo, secondo me:
>
> la prima cosa da fare e' stendere un testo di non oltre 30 righe
> rivolto agli editori:
> -sintesi delle caratteristiche delle CC
> -applicabilita' delle CC alle pubblicazioni stampate
> -invito a contattare CC-italia e ad approfondire l'argomento
>
> la seconda cosa da fare e' recuperare una lista di piccoli editori
> (quelli grandi non sara' difficile trovarli) a cui inviare il testo,
> magari con l'aiuto di un giornalista amico.
> inizio subito a recuperare alcuni contatti.

Concordo anche sulla scaletta delle prioritÓ.
Iniziamo a buttare gi¨ il testo.
Mi domando se potrebbe bastare la traduzione di entrambi i fumetti di 
CC.

Credo che per far comprendere bene il funzionamento delle Ccpl sia 
necessario esprimere i seguenti concetti.
Licenze modulari componibili.
Rosa di alternative complementari ai diritti d'autore completi (di 
default).
Gli autori possono rinunciare consapevolmente ad alcuni loro diritti 
concedendo delle libertÓ ai fruitori delle loro opere e agli altri 
autori.
Uno spettro di licenze che, come sfumature, si collocano tra i diritti 
d'autore completi (di default) e il pubblico dominio – ovvero la totale 
libertÓ di utilizzo di un'opera da parte di chiunque.
...

Ciao,
Lorenzo



Maggiori informazioni sulla lista cc-it