[Cc-it] Re: Resoconto della riunione delle PI del 20/7

creatives a attivista.com creatives a attivista.com
Sab 24 Lug 2004 06:29:18 EDT


Gilardi scrive:
[..]
La parte dinamica (ovvero la revisione di materiale da pubblicare sul
sito), non di loro competenza, dovrebbe essere realizzata dalla comunità
interessata - associazione od altro - ed il raccordo con la PI  potrebbe
essere ipoteticamente affidato ad un incaricato retribuito dal
dipartimento di Scienze Giuridiche, che si occupi dell'ordinaria
amministrazione, contattando le Partner Institutions solo nei casi più
difficili.
[..] 

Danilo Moi risponde:
Perfetto: si individui subito questa figura.
Considerato l'ottimo lavoro svolto fino ad ora da Gilardi penso tale 
incaricato possa essere Gilardi stesso. 


Gilardi scrive:
[...]Le Partner Institutions si sono nuovamente dimostrate disponibili a
contattare Creative Commons per la concessione del nome e del marchio al
fine di creare un'associazione italiana che persegua statutariamente gli
obbiettivi della promozione e diffusione della licenza CCPL.[...] 

Danilo Moi risponde:
Penso che un messaggio delle PI alla creative commons "sbloccherebbe" subito 
la situazione risolvendola e (se la creativecommons.org avesse dei leciti 
dubbi su tutta la situazione creativecommons.it) tali dubbi sarebbero 
definitivamente fugati. 

Gilardi scrive:
[...]
Dalle Partner Institutions e venuto anche un suggerimento sulla
struttura che dovrebbe avere la futura associazione: per assicurare un
minimo di democraticità, senza compromettere l'efficenza decisionale,si
e proposto di dare all'associazione una struttura decentralizzata a
livello locale, raccordata con una federazione di associazioni di
secondo grado.
[...] 

Danilo Moi risponde:
Credo sia un'ottima soluzione.
Lo è per tanti aspetti.
Anzitutto, come evidenziato, la struttura decentralizzata scongiurerebbe 
ogni velleità "verticistica".
Inoltre: costituendo diverse associazioni locali ognuna potrebbe mirare il 
proprio lavoro alla proria zona di competenza aumentando l'incisività del 
lavoro stesso.
Su questo punto credo le PI debbano dare maggiori informazioni, indicando la 
via e le metodologie tramite le quali questa "confederazione" di 
associazioni può essere costituita. 

Un saluto 

Danilo Moi
http://www.attivista.com
http://www.annozero.org
http://www.creativecommons.it
http://www.iskida.org



Maggiori informazioni sulla lista cc-it