[Cc-it] Re: Utilizzo del marchio Creative Commons

Ado Pieretti cc a copyzero.org
Lun 19 Lug 2004 07:53:01 EDT


> Non ho capito il senso di questa e-mail.  Sei in disaccordo con la
> vendita di magliette da parte di CC?  Se si`, perche`?  Se no, qual e`
> il problema essenziale?

Eppure il senso è chiaro: il marchio è stato registrato soprattutto in 
funzione dell'esercizio di attività commerciali, che riguardano la vendita 
di magliette, per adesso, e riguarderanno "more products", "in the near 
future".
Come ho già ribadito: nulla in contrario. Volevo solo capire. 

Tuttavia, mi suggerisci una riflessione:
una associazione no-profit come, ad esempio, AsSoLi (anch'essa vende 
magliette col proprio logo... non credo ne abbia fatto un marchio 
registrato) in linea con un principo di trasparenza e di correttezza, mette 
on-line entrate, uscite e relative voci. Non sarebbe altrettanto auspicabile 
per un'associazione come CC, che gestisce finanze certamente più cospicue di 
quelle di AsSoLi e che può vantare un mercato internazionale (destinato 
oltretutto ad allargarsi), mettere on-line i propri conti?
Anche l'eventuale associazione italiana dovrebbe porsi il problema. 

L'idea di "non-profit financially", che in omaggio a Tremonti potremmo 
chiamare "finanza Creative" :-DD, resta, imho, nell'iperuranio, se non 
documentata in modo trasparente. 


Ciao, Ado. 





Maggiori informazioni sulla lista cc-it