[Cc-it] Re: Policy del sito italiano

Lorenzo De Tomasi lorenzo.detomasi a creativecommons.it
Mer 14 Lug 2004 10:27:39 EDT


Mercoledì, 14 Lug 2004, alle 12:11 Europe/Rome, creatives a attivista.com 
ha scritto:

> Alberto Gilardi scrive:
> Non so fino a che punto sia possibile sostenere che la risposta di
> Christiane sia un'esplicita autorizzazione all'uso del marchio (CC) e
> del logotipo Creative Commons.
> Danilo Moi risponde:
> Non esageriamo.
> Anzitutto l'email di Christiane è chiara: abbiamo l'ok per mettere su 
> il sito.
> Che logotipo dobbiamo utilizzare?
> Quello della coca cola? :-)

Vorrei segnalare che sia Christiane, che altri membri di CC Usa hanno 
visto tempo fa una mia prima proposta di layout in cui veniva usato il 
logotipo di CC e non hanno sollevato problemi a riguardo. In ogni caso 
scriverò a Christiane per chiederle a chi è opportuno porre i nostri 
dubbi.

> Nella sezione principale caricheremo le traduzioni di 
> creativecommons.org, nella sezione news SPECIFICHEREMO CHIARAMENTE che 
> i suoi contenuti sono pubblicati da volontari che tali persone non 
> sono legate a creativecommons.org, che sono iscritte alla lista di 
> discussione ufficiale ma che NON FANNO PARTE delle partner 
> instituitions etc etc
> Penso sia sufficiente scrivere dei buoni disclaimer e il problema si 
> risolve, se poi qualcuno vorrà fare il "puntiglioso" si farà i 
> "puntigliosi".
> Inoltre: si scriverà la stessa policy che sta su creativecommons.org e 
> si specifichierà che creativecommons.it non offre nessun servizio 
> legale e bla bla bla.
> Condivido comunque la prudenza e la necessità di chiarire per bene le 
> cose affinchè non si creino spiacevoli inconvenienti.
> Non tanto perchè si può incappare in problemi legali (questo mi pare 
> improbabile, a meno che non ci si imbatta in qualcuno che HA 
> INTENZIONE DI CREARLI, ma veramente mi chiedo a cosa questo eventuale 
> qualcuno possa appigliarsi) ma affinchè l'immagine di 
> creativecommons.org delle creative commons stesse non siano inficiate.

Concordo con Danilo e chiedo se questa prassi potrebbe comunque creare 
problemi.
A proposito di responsabilità: questo problema mi ha frenato 
dall'inviare subito il nostro "How to per le case editrici" a Stampa 
Alternativa.
Vorrei chiedere ai legali in lista di preparare un disclaimer da 
applicare al testo in cui si declina ogni nostra responsabilità.
Chi sarebbe disponibile per farlo in un paio di giorni?

> Oltre a buone policy occorre perciò badare attentamente ai contenuti 
> pubblicati.
> Devono essere contenuti verificati, ben scritti e di qualità.
> A questo proposito voglio cominciare ad evidenziare che la sezione 
> news NON E' UN BLOG e che non può essere utilizzata come tale.
> Tutti possono e devono partecipare ma i contenuti devono essere sempre 
> discussi e vagliati da più persone, la pubblicazione è immediata a 
> livello formale (tutti siamo "inter pares") e non penso sia giusto 
> "creare livelli".
> Penso però sia giusto e opportuno che ogni post sia controllato prima 
> della pubblicazione.
> In ogni caso di questo aspetto si riparlerà.

Anche qui concordo. Propongo a ciascuno di noi di pubblicare i propri 
post come bozza e di far verificare questa bozza ad almeno un altro 
membro della lista.
Non so se Wordpress permette questo, qualcuno lo sa?
In caso negativo, una possibilità è quella di fornire i propri dati di 
accesso a uno o più revisori scelti.
Valutiamo le possibilità.

Ciao,
Lorenzo




Maggiori informazioni sulla lista cc-it