[Cc-it] Re: licenze e deeds in preview

J.C. De Martin demartin a polito.it
Ven 10 Dic 2004 07:46:07 EST


Grazie per gli interventi.
Le questioni sollevate sono rilevanti, eccome.
Se ne parlera' senz'altro il 16.12, ma vediamo se con i colleghi
(quello che ne capiscono davvero, io sono solo un vil meccanico)
riusciamo ad anticipare una bozza di risposta in lista.
Comunque, non c'e' e non c'e' mai stata alcuna pretesa che
queste licenze risolvano (o _possano_ risolvere, in questo contesto
normativo) tutto e subito.
Tanto e' vero che vediamo come uno dei principali prodotti di questo
primo anno di lavoro proprio l'indicare con buona (speriamo)
precisione che cosa rimane da fare, e, quindi, "the road ahead"
per quello che riguarda l'Italia.

A presto,

Juan Carlos De Martin

> Altra occasione per essere interattivi (scusate se sono ripetitivo, ma 
> non mi avete mai risposto e speravo che la licenza definitiva fosse 
> diversa).
> "Compensi per la comunicazione al pubblico dell’Opera mediante 
> fonogrammi.
> Se l’Opera è una registrazione di suoni, il Licenziante rinuncia al 
> diritto esclusivo di riscuotere compensi... ".
> Abbiate pazienza, ma a che serve la rinuncia del diritto al compenso, 
> se il produttore dei fonogrammi non rinuncia ai suoi diritti connessi? :D
> "Il produttore di fonogrammi ha il diritto esclusivo:
> a) di autorizzare la riproduzione diretta o indiretta, temporanea o 
> permanente, dei suoi fonogrammi in qualunque modo o forma, in tutto o 
> in parte e con qualsiasi processo di duplicazione;
> b) di autorizzare la distribuzione degli esemplari dei suoi 
> fonogrammi. Il diritto esclusivo di distribuzione non si esaurisce nel 
> territorio della ComunitÓ europea, se non nel caso di prima vendita 
> del supporto contenente il fonogramma effettuata o consentita dal 
> produttore in uno Stato membro;
> c) di autorizzare il noleggio ed il prestito degli esemplari dei suoi 
> fonogrammi. Tale diritto non si esaurisce con la vendita o con la 
> distribuzione in qualsiasi forma degli esemplari;
> d) di autorizzare la messa a disposizione del pubblico dei suoi 
> fonogrammi in maniera tale che ciascuno possa avervi accesso dal luogo 
> e nel momento scelti individualmente. Tale diritto non si esaurisce 
> con alcun atto di messa a disposizione del pubblico."
> E' chiaro che quella registrazione Ŕ ***blindata***.
> Discorsi analoghi valgono per tutti gli altri titolari di diritti 
> connessi, come ad esempio gli interpreti e gli esecutori.
> Minimo impatto? Minima comprensione: e quell'"al fine di evitare 
> dubbi" suona come una presa in giro. :)
>
>
> Saluti (cc)opernicani, Nicola.
> ________________________________________
> e-mail: nicola.grossi at creativecommons.it
> _______________________________________________
> Cc-it mailing list
> Cc-it a lists.ibiblio.org
> http://lists.ibiblio.org/mailman/listinfo/cc-it
>
>

-- 

____________________________________________
Juan Carlos De Martin
Principal Research Scientist
IEIIT - Consiglio Nazionale delle Ricerche
Politecnico di Torino
Tel: +39-011-564-5421
E-mail: demartin a polito.it
http://multimedia.polito.it/




Maggiori informazioni sulla lista cc-it