[Cc-it] Re: ...ci riprovo...

scarph a autistici.org scarph a autistici.org
Sab 4 Dic 2004 19:03:40 EST


Nicola Alcide Grossi ha scritto

> Guarda, io ho trovato intere mezzore per rispondere, anche in privato, a
> tutta una serie di domande che a quanto pare sono servite a te e ai tuoi
> amici nella costruzione di un vademecum sul diritto d'autore (vademecum
> che
> riporta risposte che sono apparse proprio su questa lista).
> Quindi non mi sembra molto carino fare di ogni erba un fascio.
> Allora dovresti dire: "tranne Grossi... ". :)

e' vero! ogni tanto Grossi, e altri, trovano mezz'ore del loro prezioso
tempo per rispondere a dei poveracci che anziche' fare gli avvocati fanno
musica e vorrebbero magari distribuirla con delle licenze libere  ...ed e'
utile a tal punto che qualcun'altro decide di inserire tranci di scambi su
ML dentro un vademecum sul diritto d'autore. Pensa un po'! Ma sbaglio o
qui siamo in ballo perche' crediamo nella libera circolazione delle
informazioni? Perche' parliamo di rivoluzioni copernicane ecc.?
----------------------------------------------------------------------
piccolo intermezzo esistenziale
ma in fondo chi deve rispondere a queste mie domande?
perche' questa lista deve vivere questa etrna diatriba fra AI(PI) e il
resto, perche' non si sa mai a chi si deve rivolgere una domanda?
tutta questa situazione rende tremendamente difficile la costruzione di
rapporti fra l'utenza e CCItalia
------------------------------------------------------------------------
Ma sono anch'io da questa parte della barricata!
So esattamente che il lavoro che state facendo e' completamente volontario
e non retribuito, come quello che faccio anch'io d'altronde...
Ma se non remiamo tutti dalla stessa parte, se non lavoriamo davvero
insieme alla costruzione di un'etica dell'informazione abbiamo perso in
partenza!
Guardate che se non si crea un rapporto diretto tra chi conosce il legal
code delle licenze e gli utilizzatori, nessun sara' in grado mai di
utilizzarle!
E le licenze ce le diamo in faccia tutti quanti!

A che serve tutto il lavoro che state, giustamente, facendo se poi la
gente comune non sa come utilizzarlo? Volete creare la nicchia per poi
andare a riscuotere la parcella?
Scusate l'irruenza ma se la situazione non e' chiara, e contribuisce poi
al fatto che *ci sono avvoltoi che ti scrivono in privato perche'
sguazzano
sull'equivoco e sulla ''candida'' ignoranza legale dei comuni utenti* non
ci siamo proprio!
Cmq per quanto riguarda gli scambi fra me e Grossi, anche in privato, e te
ne ringrazio molto, abbiamo a parlato di altre cose non di CC.
E d'altronde sarebbe assurdo chiedere informazioni su CC al di fuori di
questa lista...

>> visto che il commons
>> deed non punta a nessun url di licenza completa posso semplicemente
>> copiarlo nel booklet del cd (logo compreso) o incorro in rischi di
>> violazione del marchio e/o invalidazione della licenza?
>
> Se il Commons deed è solo, tu non hai licenziato nulla sotto licenza CC.
> Ed anche se il Commons deed riporta un link, non è detto che basti, perché
> se una persona non ha Internet, difficilmente andrà a leggere la licenza e
> se la licenza non viene letta, rimane il full-copyright.

qualcuno mi aveva consigliato di utilizzare solo l'human readable code
http://lists.ibiblio.org/pipermail/cc-it/2004-July/000653.html
(cioe' il commons deed) e nessun'altro aveva dato indicazioni diverse in
merito.
Allora se e' necessario inserire la licenza completa va bene metterla come
file txt dentro il CD? Se no tocca fare 4 pagine di bboklet solo per la
licenza?
Grazie per la collaborazione e salutoni a tutti
S*phz




Maggiori informazioni sulla lista cc-it