[Cc-it] R: Cc-it Digest, Vol 14, Issue 5

Emanuele Errante e.errante a safecomm.it
Gio 2 Dic 2004 05:53:17 EST


Ciao a tutti

non sono mai intervenuto nella discussione ma seguo il vostro lavoro da
diversi mesi.
Mi trovo oggi a porvi un quesito che credo sia abbastanza complesso.

Sulla scia di varie esperienze su siti esteri, il 15 novembre ho lanciato
una netlabel, un'etichetta musicale che opera esclusivamente su Internet
sotto copertura CC.
Una netlabel andrebbe vista come un distributore piuttosto che come un
produttore. Gli artisti (netartist) sottopongono alla netlabel i loro
lavori. La netlabel seleziona i lavori che ritiene idonei in base ai suoi
parametri qualitativi e li pubblica sul sito, rendendone disponibile il
download a titolo gratuito sotto licenza CC. Le netlabel ufficiali
generalmente non ospitano i brani sul loro server ma li archiviano sui
server di Archive.org (www.archive.org) e pubblicano i link sul loro sito.
Archive e un'oganizzazione nonprofit americana che dal 1996 archivia tutto
quello che viene pubblicato su Internet. Archive dedica ampie sezioni alla
cinematografia, alla musica, alla fotografia e ad altre forme d'arte. In
particolare nella sezione Audio e riservato uno spazio a parte per le
netlabel (http://www.archive.org/audio/netlabels.php).

Oltre alla normale pubblicazione dei lavori degli artisti, la mia netlabel
organizza progetti a tema con lo scopo di organizzare compilation musicali.
Per partecipare, gli artisti pubblicano sul mio sito i link ai loro brani
(che in questo caso sono memorizzati sui loro server). Dopo la scadenza del
progetto gli utenti del sito avranno la possibilita di votare i loro brani
preferiti. I brani piu votati entreranno nella compilation che verra
archiviata su Archive e "linkata" dal mio sito, come avviene per tutte le
"release" ufficiali.

Altro servizio che offriamo e quello della netradio, che trasmette via
Internet solo brani di netartist che hanno realizzato un lavoro sotto una
delle varie netlabel. In questi giorni stiamo organizzando un festival
"netaudio" in cui gli artisti si esibiranno da casa loro in diretta su varie
netradio collegate a cascata.

Infine, dedichiamo una sezione speciale alle registrazioni audio e video in
sala prove di artisti e band musicali, anch'esse archiviate su Archive e
distribuite attraverso il nostro sito.

A distanza di circa 15 giorni dal lancio ufficiale della netlabel, da
cittadino italiano soggetto alle leggi del proprio paese comincio a pormi
dei problemi che nessuna netlabel estera si pone (beati loro):
e sufficiente dichiarare che i brani presenti sul mio sito sono e restano di
proprieta dei rispettivi autori e che vengono liberamente distribuiti in
virtu di quanto dichiarato nelle licenze CC? E sufficiente dichiarare che
gli artisti sono e rimangono titolari di tutte le royalties derivanti dai
loro lavori? E sufficiente dichiarare che la mia netlabel non si pone alcuno
scopo di lucro? E se un domani decidessi di produrre dei CD e di venderli
via Internet sotto licenza CC riconoscendo una percentuale all'artista e
trattenendo una percentuale a copertura delle spese e per il sostentamento
del sito?

Ovviamente trattandosi di un'etichetta che opera su Internet, gli artisti e
i normali utenti del sito possono provenire da qualsiasi parte del mondo.
Posso fare riferimento alle licenze CC generiche in inglese? Se invece sono
obbligato a pubblicare le licenze italiane, che avete adattato alle norme
vigenti nel nostro paese, per gli utenti esteri posso comunque usare le
licenze CC generiche o sono costretto a tradurre in inglese la licenza
italiana?

Aggiungo che il dominio e registrato in Italia, che il server che ospita il
mio sito e in Inghilterra e che i brani sono archiviati su Archive negli
Stati Uniti.


Grazie per il vostro supporto!




Maggiori informazioni sulla lista cc-it