[Cc-it] Re: [scienza] Re: Non facciamone una tragedia: ma la situazione tragica

Nicola Alcide Grossi copernico a larivoluzione.it
Mer 1 Dic 2004 12:09:59 EST


MCP scrive: 

> Perche' non scrivi un articolo sulle "criticita'" dei CC in relazione 
> all'ordinamento italiano? Lo farei leggere a qualche collega giurista, cosi' 
> che sarebbe referred, e lo pubblicherei. in caso di parere positivo, In 
> questo modo la questione circolerebbe assai meglio che su una ml ad alto 
> traffico.

Credo che il miglior testo da sottoporre al suo collega giurista sia
una licenza CC italiana. :) Comunque,  meglio attendere il 16 dicembre (non 
siamo ancora a conoscenza della versione definitiva delle licenze): le AI 
potrebbero sorprenderci positivamente. :) Io ho fiducia nelle Istituzioni. 
:D 


> Ma se i nostri amici 
> vogliono una mera traduzione, io, dopo un'ultima revisione del testo, posso 
> dichiarare conclusa la mia contribuzione.

La traduzione delle pagine web non  soggetta a particolari problemi. 

 

> Last but not least: siete proprio sicuri che gli interlocutori siano cosi' 
> rigidi? Mi sembra, francamente, che sia contro il loro stesso interesse. Una 
> licenza cc.it che non reggesse alla prova dei tribunali non farebbe certo 
> fare una bella figura...
 

Ne siamo sicuri perch le AI ci hanno comunicato i parametri che hanno 
adottato: 

http://lists.ibiblio.org/pipermail/cc-it/2004-November/001450.html 

Parametri talmente rigidi che addirittura non ammettono modifiche meramente 
*formali* (ossia cambiamenti di una o due parole del testo) se non per 
motivi di non poca importanza. 


Saluti (cc)opernicani, Nicola. 

________________________________________ 

e-mail: nicola.grossi at creativecommons.it



Maggiori informazioni sulla lista cc-it