[Cc-it] Uno statuto? Una netiquette!

Nicola Alcide Grossi copernico a larivoluzione.it
Gio 19 Ago 2004 19:38:44 EDT


Dal mio punto di vista, un'associazione è un piccolo "mostro" destinato a 
relazionarsi con un "mostro" più grande (lo Stato). Lo Stato alleva 
+++alcuni+++ piccoli "mostri" con latte proprio o di "mostri" ancora più 
grandi di lui (UE). A me piacciono i "mostri" a cui nessuno vuole bene, che 
non ricevono premi, che nessuno allatta ed autodidatti: perché sono quelli 
che realmente propongono una prospettiva di cambiamento, quelli che non 
hanno nulla da perdere nel dire la verità e nel rompere le scatole al 
"potere" (poco importa se sono previste gerarchie interne:
se le +++guadagni+++ il più capace, chi sa stare meglio al timone... su una 
barca tutti i ruoli hanno pari importanza... si può affondare anche per la 
negligenza di un "subalterno": le gerarchie pericolose sono quelle che non 
si vedono, quelle che non risultano scritte da nessuna parte e che proprio 
per questo più difficilmente possono essere messe in discussione).
Ho conosciuto tanti "anarchici" che dicevano "siamo tutti uguali, siamo 
tutti fratelli, non devono esserci gerarchie tra noi" e poi, di fatto (ed 
anche le +++associazioni di fatto+++ sono "mostri") concentravano nelle loro 
mani, attraverso fazioni interne, il potere decisionale... e chi la pensava 
in modo diverso era un "fratello", sì, ma non contava niente. A quel punto, 
è meglio essere "poco democratici", "scannarsi"... e vinca il migliore: 
anche la cattiveria può convivere con l'onestà; non a caso esiste il 
+++finto-buono+++, non il +++finto-cattivo+++.
Nel caso di CC ITA non credo che un'associazione sia molto utile: i vantaggi 
che ho letto sul wiki sono in buona parte di natura economica: ma quanti 
soldi pensate che sganceranno? :) E quando? :) Siete troppo scomodi per 
beccare soldi pubblici.
Non sarebbe più facile chiederli a CC USA i soldi? Perché non dovrebbero 
darli a CC ITA? I convegni e i libri possono essere fatti anche senza soldi: 
invitate Lessing (tanto per fare un nome)... gli atenei vi apriranno subito 
le porte ed i giornali scriveranno di voi. 

Bando alle ciance: in cosa posso esservi utile (conosco bene soltanto 
l'italiano, anzi, ho dei problemi anche con quello)? E' possibile per 
l'ultimo arrivato avere un account (più per vanità che per reali bisogni)?
Come siete organizzati? Di fatto chi comanda qui? :) Ed infine: non vi 
sembra che più che di uno statuto ci sia bisogno di un link ad una 
netiquette? :) Se quello che Gilardi ha detto al prof. Pieretti (che è 
l'uomo più corretto che io abbia mai conosciuto), lo avesse detto a me, non 
so come sarebbe andata a finire. :) 

 

Saluti (cc)opernicani, Nicola. 

________________________________________ 

« Se fosse stato possibile che la creazione concreta o l'adattamento 
risultante dagli sforzi di un singolo individuo fossero utilizzati 
contemporaneamente da tutti gli individui, la presa di coscienza di questa 
possibilità, lungi dall'essere presa a pretesto dalla legge per impedire 
l'uso di questa cosa senza il permesso del suo creatore o adattatore, e 
lungi dall'essere considerata dannosa per qualcuno, sarebbe stata salutata 
come una benedizione per tutti - in breve, sarebbe stata vista come una 
delle più fortunate caratteristiche della natura delle cose ». 

Benjamin R. Tucker (1854-1939)



Maggiori informazioni sulla lista cc-it