[Cc-it] Re: Statuto o sito? :-P

Ado Pieretti cc a copyzero.org
Mer 18 Ago 2004 10:53:41 EDT


Lorenzo De Tomasi Scrive: 

> Non penso a un'associazione, penso a un metodo democratico per portare 
> avanti un progetto collaborativo.

Ho capito. Aggiungo che se un'associazione non si sostanzia in un metodo 
democratico per portare avanti un progetto collaborativo, non ha alcun senso 
farla. 

 

> Non si escludono assolutamente, ma se è il tema predominante in lista, se 
> vengono "poste" delle scadenze, se sento la necessità di esprimere il mio 
> parere ecc. sottraggo parte del mio poco tempo libero ad attività a cui 
> avrei dato maggiore priorità in situazioni di "maggiore calma".
> Non vi chiedo di non parlare di associazione, mi auguro solamente che non 
> ci sia fretta nell'elaborare uno statuto e che la discussione prosegua 
> maggiormente diluita nel tempo.
> Nulla più.
 

Questo è ciò che mi auguro anche io e che ho più volte ribadito.
A proposito, pubblico un messaggio del Dott. Giovanni Bonetti che 
erroneamente è arrivato soltanto a me: 

 

"Ado Pieretti" <cc a copyzero.org> scrisse:
"Secondo me lo statuto deve nascere con il più alto
numero di contributi possibile: e allora diamo la possibilità a tutti
di contribuire allungando un po' i tempi. Che fretta c'è?". 

Dott.Giovanni Bonenti Scrive: 

Concordo.... pur nel massimo rispetto di chi si è messo lì ed ha
elaborato una bozza di statuto da più di 20 pagine, ritengo che il
rifiuto di vederla trasferita sul wiki, l'utilizzo di un file criptato e
di sistemi di Digital Restriction Management (per sorvolare sulle
minacce di adire a vie legali) non siano un buon modo per cominciare a
ragionare.
L'associazione deve essere uno strumento per dialogare con le
istituzioni, non un circolo esclusivo.
In quanto strumento è un mezzo e non un fine, e tutti devono essere in
grado di contribuire per quel che possono alla sua creazione. 

Ciao 

Giovanni



Maggiori informazioni sulla lista cc-it