[Cc-it] Proposta di Statuto per Creative Commons Italia.

tom montrellune a teatre.com
Lun 16 Ago 2004 13:28:18 EDT


Ringrazio anche io Alberto per il notevole contributo che non vedo l'ora di esaminare.

Riaffermo però la mia opinione riguardo alla necessità dell'associazione.
Se associazione deve essre, -e nonostante gli evidenti vantaggi io non sono ancora pienamente convinto della sua utilità, **soprattutto in questo momento**,-  allorà lo dovrà essere con i tempi e i modi dai quali non si può prescindere in questo progetto, IMHO.
Mi spiego meglio: prima di tutto -e non metto in discussione che ognuno abbia la capacità di valutare ciò che è più importante fare- credo che attualmente le priorità siano altre, e secondo me si concretizzano nella creazione del sito e nella versione ufficiale delle licenze.
Se a queste due priorità se ne vuole aggiuingere un'altra non certo leggera, credo che finiremo per creare una gran pastrocchio.
Credo che licenze e sito siano aspetti preordinati alla associazione per due ordini di idee:

a) per una questione cronologica, sono attività sorte prima e alle quali sono già state apposte delle scadenze (anche solo sperate), e sarebbe "serio" portarle a termine nei modi stabliti, senza lasciare tali incombenze su di chi maggiormente se ne è appassionato, solo perchè qualcosa di più nuovo e interessante è emerso.

b)per una questione di importanza, in quanto ritengo che, nella malaugurate ipotesi in cui uno di questi avvenimenti si dovesse verificare, sarebbe meglio avere un sito funzionante e delle licenze ufficiali (ossia un progetto funzionante), ma senza le garanzie di una struttura; piuttosto che una struttura già creata, ma nella quale tutte le attività sono ferme ancora a livello di proposte.


Inoltre, come già fatto notare, siamo veramente in pochi, ora come ora, a poter partecipare a questa intensa discussione, pertanto lo ritengo il periodo meno opportuno per portare avanti una istanza di tale spessore.
Si rischierebbe di presentare una torta già fatta della quale si può mangiare una fetta o starsene a guardare.

Infine, in ML negli ultimi tempi, nonostante -IMHO- le priorità fossero e siano altre,  si è molto discusso al rigurado, e i risultati di tale discussione sono, secondo me, apprezzabili.
Non prenderli nella debita considerazione mortificherebbe la funzione della ML e gli sforzi di coloro che credono nella necessità di un lavoro collaborativo per la creazione di un progetto basato sul consenso e che sono disposti a sobbarcarsi i notevoli sforzi aggiuntivi che tale impostazione comporta.

Quanto appena detto non vuol certo dire che non siano apprezzati i contributi come quelli di Gilardi nel cui merito non entro per il momento, ma solo un aspetto "tattico"? che però ritengo imprescindibile.

Tom

_____________________________________________________________
<---o0o--->
Aconsegueix el_teu_email a teatre.com gratuÏtament a http://teatre.com
 :-))-:



Maggiori informazioni sulla lista cc-it